giovedì 3 gennaio 2008

Felice 2008!!!

Ciao a tutti gli abitanti e non di Dandaworld!!!
Buon anno nuovo!!!
Quest'anno si apre con un carico di speranza e buoni propositi... volete sapere quali sono i miei? Ovviamente il primo è essere più presente in questo nostro "spazio verde" ("nostro" perché lo ritengo a disposizione di tutti). Devo chiedere scusa a tutti per aver trascurato ultimamente queste pagine, ma gli eventi mi hanno trascinato via...
Innanzitutto un grande cambiamento... non abito più nella capitale, bensì in Romagna, una regione che io adoro per tanti aspetti: paesaggi di incomparabile bellezza, storia che segna i piccoli borghi e le cittadine, natura contrassegnata da una varietà di ambienti e di specie viventi, attenzione delle persone alla qualità della vita, al mantenimento della tradizione, all'innovazione e infine cordialità, apertura e ottimo (perché no) cibo!
Non per questo però mi chiuderò a parlare solo del mondo che mi circonda... anzi, ogni volta che viaggio i miei occhi non si fermano mai di osservare!
Queste feste di Natale, ormai quasi trascorse (e chiedo venia se non ho "addobbato" il blog!), mi hanno vista in giro per mezza Italia, dalla Puglia al Lazio alla Romagna, appunto e ho raccolto spunti per nuove elucubrazioni sui temi a me cari. Inutile dire che l'Italia, purtroppo si differenzia a seconda delle latitudini. E non lo dico perché mi sento "del nord", anche perché non lo sono e sono qui da poco, ma perché il centro-sud è considerato un po' la pattumiera d'Italia, dagli abitanti stessi ma anche da chi ci passa. Basta vedere i margini delle strade, le aiuole delle città, i cassonetti e proprio restando in tema... quello che la gente butta via in questi giorni di festa. Non ci vergogniamo, anzi mostriamo con distacco queste realtà quasi come se non ne siamo noi gli artefici. E allora un buon proposito sarebbe quello di farci un esame di coscienza, rimboccarci le maniche e lavorare per rendere la nostra vita e soprattutto quella dei nostri figli migliore, a partire dai piccoli gesti quotidiani fino ad arrivare ad un'apertura della nostra mente. Interessarci a quello che ci sta vicino, che ci dà fastidio, operare di persona senza aspettare che lo facciano gli altri e soprattutto che lo facciano le istituzioni.
L'augurio è che sempre più persone si rendano conto di quello che stiamo facendo alla nostra Terra e a noi stessi.
L'augurio è che tornino i sorrisi, le strette di mano e gli abbracci tutti i giorni, tornino i colori delle nostre terre d'origine, che tutti sentano finalmente voglia di vivere in maniera solidale, onesta e sana!
L'augurio che faccio a tutti è di sentirci meno stressati, meno oppressi ma più attivi e vivaci, più buoni e pieni d'amore e non solo durante il Natale...
AUGURI!
video

Nessun commento: