venerdì 7 agosto 2009

Mercatini & co. / Little markets & co.


“Alla fiera dell’Est, per due soldi, un topolino mio padre comprò” …

così cantava una vecchia canzone/filastrocca che molti si sono divertiti ad interpretare e inventare nuovamente.
I mercatini delle pulci, dell’usato, dell’artigianato e così via sono sempre stati delle grandi attrattive. D’estate, infatti, non resistiamo proprio alla tentazione di fare un giro nelle fiere e sagre di paese per le bancarelle.
Sarebbe interessante sapere quali mercatini ci sono in tutta Italia ogni giorno – qualche sito ci ha già provato – cosicché ognuno avrebbe l’occasione di fare un salto presso quello più vicino, per diletto o per cercare qualcosa di utile.
So an old song/limerick sang, a tune that many people tried to perform and newly invent.
The flea markets, as also the second hand ones, the handicraft ones and so on were always big attractions. On summer, in fact, we cannot resist to the temptation to go for a walk to some fairs in town, looking to benches.
It would be very interesting to know how many markets are around Italy everyday – some websites are trying to collect them together – so everyone could have the chance to go to the nearest one, for fun or searching something really useful.


E nei mercatini chi cerca trova quasi sempre l’affare, mentre chi vende riesce a mettere da parte qualcosina, spesso, nel caso dei mercatini dell’usato, rimettendo in circolo degli oggetti che altrimenti finirebbero in discarica. Andare per mercatini, quindi, non è mai una perdita di tempo e può rivelarsi una bella scoperta!
And in little markets who looks for something, finds almost often the business, while who sells can save some money and, in case of the second hand markets, can put in a new circle some object that otherwise would go to the landfill. So, paying a visit for little markets could reveal nice things.

A tal proposito ho delle novità che riguardano la mia zona. Aprite perciò bene le orecchie:
Apropos I have some news referred to my area. Open your ears and listen:

Novità numero uno: a Rimini ha appena aperto in via sperimentale il Farmers Market!!!
Si tratta di un mercato di generi alimentari (ortofrutta, prodotti agricoli e da allevamento), nel quale i produttori si interfacciano direttamente con i consumatori. La cosa più importante è che i produttori sono aziende agricole che hanno sede nella zona immediatamente nei dintorni della città, quindi ogni prodotto è rigorosamente a chilometri zero! Inoltre si trovano prodotti biologici ed i prezzi sono decisamente economici, da quello che dicono.
Qui a Rimini si tiene ogni venerdì mattina nei pressi della Rocca Malatestiana.
Non ho ancora modo di mostrarvi immagini e parlare di un’esperienza diretta, ma posso garantirvi che approfitterò delle mie ferie per farvi una capatina e vi farò sapere!
News n.1: in Rimini the Farmers Market is finally opened in an experimental way!!!
It is a food market (vegs and every kind of product from farms), in which farmers are directly faced with consumers. The most important thing is that sellers have their farms in the immediate surroundings of the city, so every product is strictly 0 km. Moreover you can find organic products and price are very cheap, as they say.
Here in Rimini this market is every Friday morning, close to Malatesta’s Castle.
I cannot show you pictures yet and tell you from my direct experience, but I can guarantee that I will profit during my holidays to go there for a walk, then I’ll tell you!


Seconda novità: l’associazione Mani Tese di Rimini, che opera sempre tramite volontari – di cui si può dire ormai che ne faccia quasi parte –, per raccogliere fondi per opere nei paesi del Sud del mondo, d’estate non ha mai cessato di lavorare! Infatti, oltre a preparare un evento di grande portata per settembre, di cui vi farò presto sapere, sta gestendo tutti i venerdì sera a Bellaria un favoloso mercatino di libri usati!
Questa sera e la sera del 28 agosto potrete trovare anche me e Irish. Mi riconoscerete da una spilla verde a forma di foglia (eh eh)! Su, venite a trovarmi!
In ogni caso il mercatino sarà lì per tutte le altre serate di venerdì del mese di agosto. Quindi, se siete appassionati di letture sotto l’ombrellone, non mancate!
News n.2: the Mani Tese Association in Rimini, which helps people in the South of the World by the work of volunteers – I can say that I’m almost totally involved – on summer is going on to work! In facts, apart from organising a great event for the first weekend of September – I’ll let you know very soon – it is opening a fabulous little market for second hand books every Friday evening in Bellaria (RN)!
This evening and the next 28th August, you can meet me and Irish there. You’ll recognize me by a green brooch in shape of a leaf (eh eh)! Here we go, come to meet me!
In any case the market will be opened every Friday evening of August. So, if you are fond of reading under your beach umbrella, don’t miss it!


Ultima notizia, non certamente una novità ma pur sempre interessante è la riapertura estiva del mercatino dei bambini a Rimini, “Ricordi in soffitta”, ogni mercoledì sera. Un’occasione sia per i piccoli che per tornare piccoli e curiosare tra cose che sicuramente desteranno il vostro interesse!
Io e Irish due giorni fa abbiamo fatto il nostro giro di perlustrazione, muniti di borse di tela, come lo scorso anno, vi ricordate?
Beh, stavolta il nostro bottino è stato un po’ più misero: due cinghie che ci serviranno per il trasporto di attrezzatura per i nostri trekking, due libri di Ian Rankin in lingua inglese (Irish ne va pazzo), una tovaglietta da pub, rigorosamente irlandese, e una meravigliosa scatola di carte colorate per realizzare origami, ma anche per fare altri lavoretti!
Ci siamo divertiti un mondo a curiosare e a dialogare con bimbi che ormai hanno tutta l’aria di venditori esperti! Alla fine ci siamo sentiti più bimbi noi!
Last news, not certainly a novelty but even always interesting is the re-opening of the children’s little market in Rimini, ‘Memories in the Attic’, every Wednesday evening. An opportunity for children but also for adults who want to feel young for to look around surely interesting things!
Two days ago Irish and me went there for a walk, with our cotton bags as the last year, do you remember?
Well, this time we found just few things: a pair of straps for ensuring tools on our backpacks during hikes, a pair of books by Ian Rankin in English – Irish is very hooked to them – a place mat like those ones you can find in Irish pubs, and a marvellous box with coloured fantasy paper to use for origami and other craft works!
We enjoyed very much to look around benches and talking with boys and girls who seem almost expert sellers! At last we felt more young than those children!



Bene allora non avete più scuse per annoiarvi!!! A quali mercatini andrete?
Well, you cannot find other excuses to be bored!!! Which markets are you going to?

4 commenti:

Vivere Verde ha detto...

io spesso quando viaggio visito sempre i mercatini, e devo dire che sono riuscita a comprare delle cose molto carine, però molte volte a Roma i mercatini vendono sempre le stesse cose: le solite magliette e scarpe, la bigiotteria, dischi antichi, ma quasi mai l'artigianato vero e proprio.

Io ho delle amiche che sono delle vere artiste, fanno mosaici, lavori in cartapesta, pittura, ma hanno rinunciato ai mercatini poiché, alla fine le persone non s'interessano e preferiscono comprare qualcosa di plastica per la casa....

Danda ha detto...

Hai ragione carissima!
Molti mercatini si sono ormai standardizzati ed è veramente difficile per i veri artisti e artigiani emergere in questo guazzabuglio di roba che nulla ha di fatto a mano!

Forse le tue amiche potrebbero trovare qualche sbocco nei negozietti equo-solidali o presso eventi organizzati da onlus o associazioni. Generalmente in questi casi si fa più attenzione a non vendere cose per il puro lucro e si dà più spazio al vero artigianato.

Sicuramente in futuro scriverò qualche post su artigiani veri che ho avuto modo di incontrare da queste parti. Quando ne trovo qualcuno nei mercatini non esito a farmi dare un bigliettino da visita, in modo da ritrovare facilmente poi la sua bottega. Così quando dovrò fare regali o comprare qualcosa per me non dovrò accontentarmi della prima stupidaggine che capita!

me ha detto...

Danda, tu trovi sempre un bel bottino lo stesso! Anch’io penso che sia ormai difficile trovare una cosa autentica, artigianale, d’arte povera… Per questa ragione siete preziose voi, ragazze creative! Per re-inventare il mondo!

Danda ha detto...

Noi??? Ciao Mirna, sei sicura di non sentirti inclusa tra le persone creative??? Io penso che tu sia piena di cretività e immaginazione molto al di sopra di tante persone (e sicuramente anche di me) basta leggere il tuo blog e scoprire le mille cose che tu sai fare e le mille nozioni che hai su arte, design e architettura! In più tu hai la nostra stessa sensibilità all'ambiente, cosa che non guasta mai e che nel tuo caso ti rende una professionista davvero speciale... di persone come te ce ne sono veramente poche, fidati! ;)