lunedì 21 marzo 2011

Due righe... / Few lines to say that...

Comincio con due righe provocatorie, poiché già sono state "sprecate tante parole", memorizzate appena dopo la tragedia accaduta in Giappone...
"Ma ci voleva proprio una 'scossa' per tornare a farci riflettere sulla pericolosità del nucleare?"
Non ho altro da aggiungere al momento, ma ci tornerò sopra.
Intanto vi lascio un link ad una veloce intervista fatta a Mario Tozzi sull'argomento:

I'll begin with few provocative lines – since so many words have already been "wasted" – they were recorded just after the tragedy occurred in Japan ...
"Was there the need of being 'shaked' for getting back to reflect on the dangers of nuclear power?"
I have nothing to add at the moment but I'll come back on.
Meanwhile, I leave you a link to a quick interview with Mario Tozzi about the same issue:


9 commenti:

luby ha detto...

dalle mie parti si dice che quando ci scappa il morto allora si discute del problema...credo che valga anche in grande scala...sembra...purtroppo...

Helena ha detto...

..c'è una cosa che mi dispiace, per quanto sia famoso e abbia la possibilità di parlare Mario Tozzi non sarà mai così ascoltato come Veronesi..soprattutto perchè in 3 minuti di intervista ha riassunto il mio pensiero sul nucleare..perchè non è e non sarai mai una scelta "dettata dal sentimento" il rifiuto del nucleare, è una scelta logica e motivata..e lo dico nonostante io sia nata pochi mesi dopo l'incidente di Cernobyl e di motivazioni personali ne avrei..e poi non mi piace che le decisioni le prendano persone che hanno invece ovvie motivazioni personali di guadagno su queste centrali..come al solito la motivazione non è la salute o l'ambiente ma i soldi e questo bisogna dirlo a chiunque è dubbioso verso il referendum sul nucleare..e intanto approfitto della comodità di youtube e ascolto anche l'intervista linkata nel video a Chicco testa sul suo "forum", in fondo bisogna ascoltare anche le opinioni opposte per farsi un'idea, ma più ascolto Testa e Veronesi e più capisco che non ce la faranno mai a convincermi della loro verità..

Danda ha detto...

Carissime, grazie! Questo è un argomento davvero delicato. Anche per questo non ho ancora scritto un post come si deve a riguardo.

@ Cara Luby, questo è il nostro vero problema. Facciamo sempre finta di nulla. Poi, quando succedono le tragedie, allora ci ricordiamo.
Oppure no, vedrai che faranno di tutto per farci dimenticare i rischi del nucleare, e ci stanno già riuscendo. Nei tg si dedica già pochissimo spazio al disastro giapponese. E adesso sperano di farci dimenticare tutto come in un brutto sogno. Ma noi andremo a votare contro il nucleare. Nessuno ci farà dimenticare, nessuno ci farà perdere la ragione!

@ Helena carissima, spero che le motivazioni personali che ti inducono a non fidarti del nucleare non siano riferite a qualche cosa grave! Sei giovanissima e sei abbastanza saggia da capire che dietro a questa incredibile farsa ci sono solo interessi economici.
Ho ascoltato diverse volte Veronesi e Testa, ma sul piatto della bilancia pesano di più i costi, i rischi, i tempi e l'impossibilità di smaltire le scorie, che i vantaggi. Questi ultimi svanirebbero nel giro di pochissimi anni che nemmeno saremo in grado di accorgercene.
Poi, se siamo in piena crisi energetica perché tagliano i fondi alle rinnovabili? Questa è una storia che non mi va giù. Altro che onda emotiva. Io sono incavolata nera!!!

valeria ha detto...

che dire... sono sempre stata contraria al nucleare, soprattutto perché l'alternativa c'è, ma specialmente in Italia, terra sismica, paese in cui nelle case al posto del cemento c'è la sabbia...

un abbraccio

Danda ha detto...

Cara Vale, non avevo alcun dubbio sul tuo pensiero in merito, ne abbiamo parlato tante volte, ma hai fatto bene a ribadire il concetto.
Qui in Italia, più che in altri paesi del mondo abbiamo il sole che è una gran risorsa, ma purtroppo si sta facendo di tutto per boicottarlo come fonte di energia alternativa.
Qualcuno tira in ballo il fatto che il solare non sia sufficiente. Be', c'è poi sempre un'altra fonte rinnovabile che produrrebbe più energia di qualunque altra e su cui vale la pena di rifletterci e di fare un piano... il risparmio!!!

Helena ha detto...

..ti rispondo sulla questione delle mie motivazioni personali, è semplicemente dovuto al fatto che sono nata nell'86 pochi mesi dopo il disastro e mia madre mi raccontava delle cose che ha dovuto fare mentre mi aspettava, tipo evitare di mangiare verdura a foglie larghe, ecc..io non ricordo ovviamente nulla e non so come si sia vissuta allora questa emergenza, ma mi sto rendendo conto che dalla nostra generazione in poi qualcosa è cambiato, l'influenza delle radiazioni è stata minima per noi ma ho visto miei coetanei nelle foto della mostra del ventennale di greenpeace che hanno avuto problemi ben maggiori e già solo quello mi è bastato per capire che non si può sopportare un tipo di energia che distrugge le vite di famiglie e che crea malattie e problemi genetici che si tramandano per generazioni..la mia motivazione è che io, come tanti altri, ho già assorbito nei primi mesi di vita abbastanza radiazioni..non ne voglio altre e non voglio che altri debbano soffrire di malattie assurde dovute all'avidità di persone che pensano che il nucleare sia sicuro solo perchè porta soldi sicuri dentro le loro tasche..e fai bene ad essere incavolata, lo sono anch'io!! ciao!

Layla ha detto...

Yeah, the whole nuclear thing was really bad - like Nature / Gaia got fed up with humans And She Said 'Are you calling this eco-friendly?!'

I do hope people in charge will start to THINK INSTEAD of just listening to Their wallets or rich people richer Trying to go!

It WAS a big reminder of how things & They Are ... Although for Gaia, Would it be only a 'small reminder' hmm ..

Some people thought the whole world Was going to end and quit etc. Their jobs. My sis Said, 'Is There Any sense IJN Trying to go eco-friendly and zero waste and then something like this happens?' hm!

So, It Was food for thought for everyone ... I prefer to go offline and my light table with candles to Have Than to hear about nuclear Another problem like this!
More than 5 hrs a day computer time can cause depression and other health problems anyway!

I was small When It Was But Chernobyl was very worried, We Did not eat lettuce or give Such, yup .. The mushrooms Grew like crazy ..

I hope as a race as Human Beings to senses ...!!

Danda ha detto...

Carissima Helena, scusami se non ho più ripreso il tuo commento, che in realtà non aveva bisogno di risposte, ma adesso approfitto perché Layla ha tirato nuovamente in ballo la discussione... ti dico che io al tempo di Cernobyl avevo 13 anni e ricordo benissimo come abbiamo vissuto quei giorni! Presi dal panico abbiamo fatto provvista di cibo in scatola e latte a lunga conservazione, ma è sicuro che un po' di radiazioni le abbiamo assorbite anche noi.
Ci meravigliamo del fatto che ormai casi di tumori siano presenti in ogni famiglia, ci meravigliamo di malformazioni, di problemi neurologici che oggi colpiscono persone di età anche giovane ma non riconosciamo che ci stiamo procurando tutti questi danni da soli, affidandoci a tecnologie dagli esiti imprevisti e dalle emissioni che apparentemente ci sembrano innocue...
Anche se ora non si voterà più per il nucleare al referendum, dobbiamo mantenere l'attenzione e la guardia su un pericolo che non tarderà a riaffacciarsi sulle vite di tutti! Grazie ancora per la tua testimonianza!

Danda ha detto...

Dear Layla, thanks also to you for your testimony!!!
It's very important to remind that there was a Chernobyl before this and, even after that, people went on thinking that nuclear was good! :S

It's positive that normal people has started to ask themselves about nuclear again but we must be really on guard because there are always who tries to convince us that nuclear is the only energy that can save us from oil crisis.

There is nothing of more worse than thinking that nuclear is the best way to solve our dependence from oil. It is a fossil source itself and it isn't eternal. It's long and expensive to build nuclear power plants and at last when they are ended the technology is already old. Then there is the problem of waste... we just have problems with normal waste... so about radioactive ones?
Here, we have also so many problems of security for earthquakes, and with mafia that build normal buildings with sands in the structures in place of concrete...
BAD so bad is the nuclear for us and for all the world...

I'll continue to say now and ever!!! And, please, continue to tell it to your sister and to all the people who is incredule that we are the same misfortune of ourselves!!! Thanks!