martedì 4 febbraio 2014

Di baratti, regali e... / Swaps, gifts and ...

Il nuovo anno è già iniziato da un bel pezzo e nel mio blog non ho ancora osato inaugurarlo. A dire il vero, se il capodanno è stato abbastanza tranquillo, molti giorni del mese di gennaio si sono rivelati piuttosto intensi, fra viaggi, influenza, attività di volontariato, lavoro e riorganizzazione dello stesso.
Ho avuto poco tempo da dedicare alla mia passione preferita, il blog, e neanche molta ispirazione. Volevo iniziare il nuovo anno con un post interessante.
Poi, però, l'ispirazione non ha tardato ad arrivare ed ora ho sicuramente qualcosa da dirvi, forse più che interessante, direi stimolante.
The new year has already started quite a while and in my blog I have not yet dared to inaugurate it. In fact, if the new year's eve has been pretty quiet, many days of the month of January were rather intense, between travel, flu, volunteer activities, work and reorganization of itself.
I had little time to devote to my favorite passion, the blog , and not so much inspiration. I wanted to start the new year with an interesting post.
Then, however, inspiration has not been slow to arrive and now I definitely have something to tell you, perhaps more than interesting, I would say challenging. 


Ma prima di tirar fuori nuovi argomenti dal cilindro, vorrei un momento riallacciarmi agli ultimi post del 2013. Un anno trascorso fra mille difficoltà, ma conclusosi meno peggio di quanto pensassi, perché mi sono arricchita di conoscenze e di esperienze nuove.
Vecchie cose hanno lasciato il posto a cose nuove... Vi ricordate il baratto di libri che avevo organizzato per la Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti? Non aveva riscosso molto successo, ma alla fine ho avuto un paio di contatti, fra cui l'azienda che, sempre per quell'evento, avrebbe inaugurato una 'biblioteca verde'. Ho conosciuto via mail una bella comunità di persone che, lavorando assieme, hanno deciso di mettere su delle iniziative ecologiche, come per esempio anche un orto... Non posso che essere felice di donare o scambiare i miei libri con loro. Sono ancora nella mia libreria, ma fremono per essere letti da qualcun altro!
But before bringing out new topics from the hat, I'd like a moment to pick up on the last posts of 2013. A year spent in a thousand difficulties, but ended less worse than I thought, because I have enhanced knowledge and new experiences.
Old things have given way to new things ... Do you remember the books swap that I had arranged for the European Week for Waste Reduction? It wasn't very successful, but in the end I had a couple of contacts, including the company that, again for that event, would inaugurate a 'green library'. I met a nice email community of people who, working together, have decided to put on green initiatives, such as a vegetable garden... I can only be happy to donate or exchange my books with them. They are still in my library, but itching to be read by someone else!



Poi, al di fuori del blog, tramite Facebook, ho donato alcuni dei miei libri degli studi universitari ad una famiglia piemontese che non conoscevo. In viaggio per le feste natalizie, sono passati a prendere i libri e mi hanno fatto una piacevole sorpresa, portandomi in dono ottimi miele e polenta autoprodotti, dal momento che hanno una piccola azienda agricola. Ho, quindi avuto il piacere di conoscere queste bravissime persone e spero di poterli rivedere ancora...
Then, outside of the blog, through Facebook, I donated some of my books of my university age to a Piedmontese family who I did not know. Traveling for Christmas, they came to pick up the books and they made me a pleasant surprise, bringing the gift of great self-produced honey and polenta, since they have a small farm. I then had the pleasure to know these good people I hope can see again...

Quello che rimane di uno dei baratti di libri su Facebook /
What remains of the book swap I did on Facebook

Infine le feste sono state, come sempre, bei momenti trascorsi con i miei familiari. E tornando a casa, mi son portata dietro dei bei ricordi e degli insoliti regali ricevuti: un libro che era da tempo nella mia whishing list ("La mia vita a impatto zero" di Paola Maugeri – quando l'avrò letto vi farò sapere qualcosa di più), una bella collana da commercio equo (acquisto londinese della mia sorellina temporaneamente espatriata), e, fra altre cose, udite udite, uno smartphone! Già, non è una cosa di cui un'ecologista come me dovrebbe vantarsi, ma, questo è uno smarphone speciale... praticamente è usato! :-)
Si tratta del primo smartphone del mio fratellone, il quale, attratto da un nuovo modello ha voluto disfarsi in questo modo del suo vecchio, datato 2010. Perché buttarlo? Io, che ero rimasta alla preistoria della telefonia, potevo fare così finalmente un salto nella tecnologia (anche se ho già un tablet – ma non è la stessa cosa!) e dimenticare finalmente quell'odioso joystick sul tastierino del mio vecchio cellulare che dal 2006 ormai sta perdendo sempre più colpi!
Quindi ora mi immaginerete super-geek... e invece... no! Il mio attaccamento alle cose vecchie ed obsolete è più forte di me e ancora non riesco a disfarmi del vecchio caro cellulare! Abbiate pazienza!
Quando qualcosa cambierà, vi aggiornerò! ;-)
Intanto, voi che eco-regali avete ricevuto? Sono curiosa!
Finally, Christmas days were, as always, good times spent with my family. And going back home, I brought along some good memories and some unusual gifts received: a book that was a long time in my whish list– when I've read I will tell you something more about "My Zero Impact Life" by Paola Maugeri–, a beautiful necklace from fair trade –purchased by my sister who temporarily expatriated in London–, and, among other things, unbelievable, a smartphone! Yeah, it is not a thing that an ecologist like me should be proud, but this is a special smartphone ... practically it is second hand! :-)
It is my brother's first smartphone. Attracted by a new model he wanted to get rid of his old, dated 2010. Why should he throw it away? Knowing me, he thought to give it to me –who remained at the prehistory of mobile phones– so I could finally make a leap in technology –even though I already have a tablet which is not the same thing!– And could finally forget the odious joystick on the keypad of my old mobile phone since 2006 which is now on the way to be out if order!
So now you will imagine me super-geek ... but ... no! My attachment to old and obsolete things is stronger than me and I still can not get rid of the good old phone! Please be patient!
When things will change, I will update you! ;-)
Meanwhile, what eco-friendly gifts did you received? I'm curious! 



E state pronti, che Danda, anche quest'anno, torna alla carica, con idee nuove da fare e da discutere. Sempre qui, su Dandaworld!!!
And be ready, once again Danda will back with new ideas to make and discuss. Always here on Dandaworld!


4 commenti:

Algodão Tão Doce ha detto...


Amei conhecer o seu blog,achei maravilhoso.Visite-me:http://algodaotaodoce.blogspot.com.br/
Siga-me e pegue o meu selinho!!!

Obrigada.

Beijos Marie.

Danda ha detto...

Hi Marie,
welcome on my blog! I'm glad to hear so kind words from you about my blog, thank you so much!!!
And... whoa! Your blog has more than 1000 followers! Now I'm one of them! Your blog it's very interesting indeed with lots of suggestions about home, fashion and so on! Well done and write soon! xxx

Lo ha detto...

carissima Danda....ma quante belle soddisfazioni...vedi...ogni cosa arriva poi nel posto giusto....aspetto con curiosità la recensione del libro
un bacione

Danda ha detto...

Ma carissimissima Lo, hai perfettamente ragione! A volte non si ha abbastanza pazienza per aspettare il lato positivo delle cose!!!
Il libro è già in lettura, stando ai miei tempi, mi sa che dovrai aspettare un po', perché io leggo la sera prima di andare a dormire, se non ho troppo sonno, il che è raro. In ogni caso apprezzo molto, per questo motivo, già il fatto che i capitoli siano abbastanza brevi. Comunque armati di buona pazienza. A presto! ;)