mercoledì 12 febbraio 2014

Uccellini, ma sapete dov'è finito il freddo? / Hey birds, do you know where's the cold?

Che ne dite voi di questo inverno un po’ pazzo? Violenti acquazzoni e lunghe giornate grigie, senza freddo ma con tanta umidità. La pioggia ha causato tanti danni per tutta Italia e non solo. Ci si aspettava un inverno più convenzionale, qui in Romagna, dove eravamo abituati da qualche anno ad avere qualche giorno di nevicate abbondanti, anche in riva al mare. Di neve se ne è vista poca e in compenso i muri di casa mia sono divorati da macchie di umidità che dovremo in qualche modo risolvere. Ma questo è un capitolo a parte. Intanto fuori in giardino, con queste temperature miti, si vedono già le prime violette e anche qualche margheritina. Gli alberi hanno già messo fuori i getti e gli uccellini sono già molto più chiacchieroni! E proprio di loro volevo parlare!  
How about you this winter a little crazy? Heavy rainstorms and long gray days without cold but with so much humidity. The rain has caused so much damage throughout Italy and beyond. We expected a more conventional winter, here in Romagna, where we used a few years ago to have a few days of heavy snowfall, even on the coast. A little snow was seen but the walls of my house are devoured by wet stains that we will somehow solve. But this is another story. Meanwhile, out in the garden with these mild temperatures, you can already see the first violets and some daisies. Trees began to sprout and the birds are already much more noisy! And I want to talk about them!

Solitamente, come avrete già avuto modo di leggere su questo blog in molti post, abbiamo sempre cercato di dare un po’ di ospitalità ai nostri amichetti con le piume, fornendo loro un po’ di nutrimento durante i mesi più freddi. Anche quest’anno non abbiamo mancato di lasciare in giro briciole di dolci, frutta fresca o secca e mangime appositamente acquistato, sia per i granivori che per gli insettivori.
Usually, as you may have already read about this blog in many posts, we always tried to give some hospitality to our little friends with feathers, giving them a bit of food during the colder months. Also this year we have not failed to leave crumbs around sweets, fresh or dried fruit and a special food bought for both granivorous and insectivores.

E visto che per il primo giorno di questo mese dovevo organizzare ancora una volta un workshop da fare con i bambini e i loro papà, come volontaria di Mani Tese e in collaborazione con il Centro per le famiglie, ho pensato che sarebbe stato bello costruire con loro delle mangiatoie per uccellini con materiale di recupero, proprio sapendo che i giorni a cavallo fra gennaio e febbraio sono (solitamente) quelli più freddi.  
And since the first day of this month I had to organize once again a workshop for kids and their dad, as a volunteer of Mani Tese and in collaboration with the Families’ Centre, I thought it would be nice to build with them feeders for birds with recycled materials, just knowing that the days at the turn of January and February are (usually) colder ones.

In realtà non è stato proprio così, ma il laboratorio si è fatto e i partecipanti sono stati contenti di portare a casa una mangiatoia più o meno complessa fatta con le loro mani, specialmente i papà che si sono davvero impegnati, mettendo la loro inventiva! Non so se poi l’avranno utilizzata veramente…  
In fact it was not just that, but the workshop was done and participants were happy to take home a more or less complex feeder made by their hands, especially dads who have been really busy putting their inventiveness! I do not know if they will have used them really...

Ma vi mostro il modello più particolare che ho ideato – altri modelli erano ispirati più o meno ad altri visti sul web – con questi materiali: tetrapak, bottiglietta di plastica, stoffa, vaschetta in plastica, vassoio in polistirene e bordi in metallo di scatole del cacao.  
But I show you the particular model that I created – other models were more or less inspired others seen on the web – with these materials: tetrapak, plastic bottle, fabric, plastic tray, polystyrene tray and metal edges of the cocoa boxes.



La realtà è che l’idea mi è venuta vedendo una mangiatoia in commercio che però non è fatta con materiali di recupero. Quando io e il mio compagno l’abbiamo vista su un catalogo abbiamo subito associato l’immagine alla forma dei cartoni delle bibite e da lì il passo a realizzarla è stato abbastanza breve.
The idea came really to me seeing a feeder sold on the market but it was not made with recycled materials. When my companion and me saw it in a catalog we immediately associate the image to the form of drinks cartons and from there the step to realize was quite short.

Con questo vorrei far capire che spesso chi non si reputa abbastanza bravo nei lavori manuali o abbastanza “creativo”, può esercitarsi guardando ciò che si vede in giro e che si desidera e, prima di farsi tentare comprando, provare a immaginare se si può in qualche modo riprodurre con materiali che la nostra raccolta differenziata può fornirci facilmente. I nostri bidoni della plastica, della carta e spesso anche dell’indifferenziato possono essere delle vere miniere! Questo è quello che abbiamo cercato di trasmettere ai genitori di questi bambini e penso che ci siamo riusciti o almeno spero!!!  
With this I would like to make it clear that those who often think they are not good enough in manual jobs or enough “creative”, can practice themselves looking at what is around. If you want it, before getting groped to buy it, try to imagine if you can reproduce it in some way with materials that your waste bin can easily provide. Our plastic, paper and often unrecycling bins may be true mines! This is what we tried to convey to the parents of these children and I think that we have succeeded, or at least hope to!!!

6 commenti:

sooz ha detto...

I like your bird feeder Danda, it's really pretty as well as cleverly reusing stuff from your recycling bin!

Pollon72 ha detto...

Davvero carina, risultato ottimo :-)
In effetti è stato un inverno davvero mite!

Danda ha detto...

Oh, thanks a lot, Suzie! I always try to make something nice-looking when I reuse stuff, so anyone could have no excuse to say that reusing waste is not fair! ;)

Danda ha detto...

Grazie Claudia!!!
Che dire sull'inverno... ho un po' paura che non sia effettivamente finito e che ci porti qualche strana sorpresa più avanti. Vedremo!

Lo ha detto...

hai ragione a volte basta osservare e poi osare...è bellissima la mangiatoia! un abbraccio

Danda ha detto...

Osare non costa nulla, al massimo ne verrebbe fuori solo un pasticcio, ma il divertimento c'è lo stesso, vero Lo? ;) Grazie per i tuoi complimenti, un abbraccio immenso anche a te che sei sempre presente nel mio blog con i tuoi commenti!