mercoledì 17 marzo 2010

Da oggi niente più 3D per me / No more 3D for me since now

Ciao a tutti e scusate per la mia lunga assenza.
Tornerò presto su questi schermi con post nuovi di zecca, ma oggi proprio non posso evitare di pubblicare due righe su una questione tirata in ballo quest’oggi al tg.
Due post fa ho parlato di occhialetti 3D. E della necessità che questi siano riutilizzati, con la dovuta sterilizzazione per evitare di creare montagne di inutile spazzatura in più.
Invece… cosa odono le mie orecchie???
Il Ministero della Salute vieta l’uso di occhiali 3D ai bambini al di sotto dei 6 anni e obbliga all’uso degli occhiali 3D monouso, sigillati!
Invece di obbligare le sale cinematografiche alla corretta sterilizzazione degli occhiali 3D, cosa si fa? Tutto il contrario. Si obbliga la gente ad indossare ogni volta un paio di occhiali 3D nuovo di zecca e sigillato!
Così tutti questi occhiali dove andranno a finire dopo l’uso? In discarica o negli inceneritori!
Aaaaaaarghhhhhh!
E siamo il primo paese del mondo ad adottare questa soluzione totalmente inquinante! Benissimo!!!
Cosa dire? Io sono sconcertata. E da oggi non andrò più a vedere il cinema in 3D.

Hi everybody, sorry for my long absence.
I’ll come back early on these screens with brand new blog posts, but today I can’t avoid to write about a topic that came on TV news today.
Two blog posts ago I wrote about 3D glasses. I underlined the necessity that 3D glasses have to be reuse after a previous sterilization, this to avoid a huge amount of waste.
But… what did I hear?
The health Minister forbids the use of 3D glasses for children under 6 years and obliges people to use disposable and packed 3D glasses!
On the contrary, in my honest opinion, he had to oblige the 3D movie theatres to practise the sterilization of glasses and not people to use a new packed pair of glasses each time!
So where will all these 3D glasses go after use? In landfills or incinerators.
Aaaarghhhhhhhh!
And we are the first country to adopt this totally polluting solution! Well!
What to say? I’m very disappointed. And from tomorrow I won’t go to see another 3D movie anymore.


Per approfondimenti /
for further infos:

http://www.corriere.it/salute/10_marzo_17/occhialini-3d-proibiti_49bef346-31a1-11df-b03c-00144f02aabe.shtml (la notizia / the news)

http://www.prime-news.info/audio-video/occhialini-3d-sotto-accusa/ (da leggere soprattutto alla fine / to read especially in the end)

P.s: come avrete letto dai link postati, è stato il Codacons ad indirizzare il Ministero della Salute a questa scelta. Visto che il Codacons è il coordinamento delle associazioni dei consumatori, perché non scrivere loro e mostrare le nostre perplessità? Ci sono consumatori e consumatori! / As you saw on the links I posted, it was the Codacons to address the healt Minister to this choice. The Codacons manage the consumers associations, so why don't write a mail to show our doubts? There are consumers and consumers!

13 commenti:

Lo ha detto...

effettivamente ...mi sembra proprio una stupidata...nemmeno io ci vado...già non mi piaceva...un baciotto

Lievito e Spine ha detto...

C'è un cinema a roma in cui se conservi gli occhiali e li riporti per il film successivo hai uno sconto di 1€ sul costo del biglietto!!
Forse anche qualche cinema dalle vostre parti applica la stessa politica, o se non altro lo si può suggerire..:-)
Un bacio
Eva

Helena ha detto...

..sembra che lo stato lo faccia apposta..così creano sempre più rifiuti e devono risolvere sempre più emergenze oppure costruire più termovalorizzatori con relativo guadagno..è troppo facile pensare di disinfettarli e riutilizzarli, si devono usare metodi più complicati e più dispendiosi..beh, io devo ancora seguire il tuo consiglio di vedere avatar, ma ovviamente lo vedrò in streaming, e così farò con tanti altri film, risparmio io e la natura!

decomondo ha detto...

Ciao danda; la triste verità è che il mondo sembra sempre più diviso a metà tra quelli che inquinano e quelli che combattono l’inquinamento. Chi vincerà? La risposta mi sembra più incerta che mai.

I paesi in via di sviluppo sembrano seguire le orme dei grandi inquinatori affermati con una filosofia del tipo “Anche noi abbiamo il diritto di…”. Di che? Di auto-distruggerci? Ridicolo.

Quelli sviluppati stanno dando degli esempi sempre migliori di come sciupare tutto ciò che ancora c’è di bello e (miracolosamente) sano ed illeso.

Durante la mia permanenza in Serbia ho sentito questo contrasto in mille occasioni: qui si respira un’aria p e s t i f e r a e si parla del turismo rurale; l’acqua è disdicevole ma si promuove l’organico… L’uomo spesso usa una metà del cervello in un modo e l’altra… dorme. L’opinione pubblica è troppo spesso divisa alla stessa maniera; non si distingue una critica costruttiva da un criticismo gratuito… uhhhh. E’ dura, ma dobbiamo continuare la sensibilizzazione, ed è esattamente ciò che fai tu con i tuoi articoli, senza sosta.
Brava.

Danda ha detto...

@ Cara Lo, ma perché siamo così stupidi? Beh, io la penso un po' diversamente, sono appassionata di tecnologia e il 3D mi piace, ma non tollero che la tecnologia diventi uno strumento per far guadagnare certe industrie e peggiorare una situazione che già è pessima. Quindi farò un sacrificio e mi accontenterò di vedere i film in maniera normale.

@ Ciao Eva, purtroppo qui a Rimini c'è un solo multiplex che offre la visione 3D, ed era uno di quelli che gli occhialetti se li riprendeva a fine proiezione.
Se ora costringeranno la gente a tenerseli io eviterò accuratamente di andarci o comunque opterò per la visione non 3D. Peccato!
Spero che anche il tuo cinema non si adegui a questa pazzia.
Bacioni.

@ Helena cara, pure io ho avuto questa impressione. Ogni volta che mi imbatto in una decisione presa dall'alto, sembra tutto fatto apposta contro l'ambiente.
Il resto del mondo si sta adeguando ad una politica di riduzione dei rifiuti sempre più allargata in tutti i campi. Perché dobbiamo sempre distinguerci? Perché poi far gravare i costi di questi prodotti inquinanti e del conseguente rifiuto che ne deriva sulle tasche del consumatore? Ai cinema non sarebbe costato molto di più disinfettare gli occhialetti in maniera obbligatoria.
Siamo pigri e piuttosto che riutilizzare preferiamo gettare pensando che quello che gettiamo sparirà. Invece no, torna eccome e compromette la nostra salute non con infezioni, ma con tumori e patologie ben più gravi! :(

@ Grazie Mirna, la tua esperienza fa luce su un altro aspetto importantissimo: il feedback di queste decisioni nei paesi che stanno cercando di emergere economicamente. Immagino la situazione sia dalle tue descrizioni che da quelle dell'amica slovena Layla. Ed hai perfettamente e tristemente ragione sulla tua analisi della contorta mente umana.
Io direi anche che il mondo non solo è diviso tra inquinatori ed ecologisti ma soprattutto tra indolenti e persone che invece cercano di informarsi per il loro bene.
Questo è il problema dei falsi ecologisti, delle associazioni di consumatori che pensano di tutelare la gente con richieste di questo tipo ma non fanno altro che peggiorare la situazione. Un po' di sana riflessione non guasterebbe.
Grazie per il tuo supporto. Senza i vostri commenti non avrei la forza di fare quello che sto tentando di fare, sensibilizzare!

Agave ha detto...

Come sempre si inventano nuove tecnologie ma non si pensa a come si devono utilizzare in modo corretto. E' la logica del consumismo, dell'usa e getta, del mercato e non certo del rispetto della natura e della vivibilità degli esseri umani.
Un abbraccio
Evelin

lise.charmel ha detto...

che decisione assurda, sarebbe come obbligare chiunque a buttare i propri occhiali dopo averli usati una volta °__°
(che poi con le tecnologie che ci sono adesso la sterilizzazione è più che sicura)
ps: mi fa piacere aver visto nel post sotto che sei diventata anche tu una fan di ecocucina!

Danda ha detto...

@ Evelin, carissima, sì è proprio la logica del consumismo che offusca la mente anche delle persone più ragionevoli. L'essere umano è, come tutti gli altri esseri viventi, nato per stare in mezzo alla natura. Siamo sopravvissuti per secoli in condizioni igieniche molto meno favorevoli a quelle attuali, ora invece vogliamo un mondo completamente asettico. Non ci rendiamo conto che la diossina, le nanoparticelle e le altre sostanze tossiche che noi rilasciamo con i rifiuti sono molto più dannose dei germi che circondano ogni millimetro del nostro ambiente....
un abbraccio anche a te.

@ Ciao Lise, vedi quante assurdità ci inventiamo? Questo discorso potrebbe essere esteso a tanti altri oggetti che comunemente usiamo, tocchiamo. Come dire... dovremmo chiuderci in una stanza perfettamente ermetica!
Se proprio si ha paura di indossare un paio di occhiali che ha indossato un altro allora non bisognerebbe nemmeno sedersi in poltrona, in un cinema! Mah!
Cambiando discorso: sì sono diventata fan di Ecocucina grazie a te! Grazie ai vostri post le mie performance in cucina stanno molto migliorando, parola del cuoco di casa! :)

Gio ha detto...

E' la stessa cosa che ho pensato anche io! Speriamo che, come succede spesso in Italia, questa cosa si perda nel nulla!!

Bioecomen ha detto...

A quanto pare si opterà per gli occhialini biodegradabili al 100% fatti con bio plastiche, niente paura :)

Danda ha detto...

@ Ciao Gio, è vero, reazioni di questo tipo, al giorno d'oggi, vengono spontanee soprattutto a noi che amiamo il nostro pianeta. Non riesco però a capire cosa passa spesso per la mente di certe persone... mah! Un abbraccio!

@ Ciao Sardinianguy! Questa notizia che tu mi porti suona completamente nuova alle mie orecchie! Dove l'hai sentita? Hai qualche link? Fammi sapere. Un abbraccio anche a te!

Layla ha detto...

Oh my god, how can they 'prescribe' 3D glasses?? This is utterly silly!!
(I am thinking big profits of plastics industry in the background! Have come across some interesting news and 'eco' articles too!! PR materials of the plastics industry - on 'eco' sites!! About plastics in general, not 3D glasses, still..?!!)

Was sceptical of 3D movies and glasses all along, people tell me to go see Avatar, I'll probably see it on TV...

Danda ha detto...

Yes, Layla, it's totally silly!
I thought that perhaps there are plastic industries in the background too! But who could say?
On Bioecomen's suggestion, I searched for some articles about 3D glasses made of bioplastics: they really exist but are used only in U.S. countries for now. I hope they'll come soon here in Europe, otherwise we'll have serious problems for waste disposal!!
In the meantime it's better to turn back to the normal vision as you do!