sabato 12 gennaio 2008

Vivere in modo eco-compatibile (come faccio io???) - N°0


Qualcuno mi chiede cosa faccio nel mio piccolo per cercare di non costituire un problema per l'ambiente...
Vivere in modo eco-compatibile non è impossibile, forse non è possibile al 100% perché c'è sempre qualcosa o qualcuno che interrompe la continuità del tuo sforzo, a causa della sua eco-incompatibilità.
Ma se veramente tutti noi cominciassimo ad esserlo forse c'è qualche speranza.
Per essere più concreti bisogna far attenzione a tutti i gesti che facciamo nel nostro quotidiano, e quindi non basta mangiare biologico o diversificare, come suggerisce qualcuno.
Innanzitutto a casa c'è sempre qualcosa da migliorare, soprattutto dal punto di vista dell’attenzione al risparmio energetico. Ancora meglio se si ha la possibilità di installare pannelli solari, o gli impianti alternativi che facciano risparmiare gas e in futuro denaro sulla bolletta. Effettivamente all’inizio è una spesa notevole ma è già tanto se la si inizia a mettere "in preventivo". Se non iniziamo almeno a "pensarci" sarà tutto inutile.
Ci sono tanti piccoli gesti che io cerco di fare personalmente nel quotidiano e ne parlerò approfonditamente nei prossimi post…
Oltre al riciclo anche il riuso delle cose è davvero importante e racconterò come si può fare tutti i giorni. La raccolta differenziata è comunque quella a cui in genere presto più attenzione: ovviamente dipende da città a città quello che puoi differenziare, ma il più delle volte vetro, carta e lattine sono i materiali più facili. Il problema è che in genere si fa un sacco di confusione sui materiali, e spesso le amministrazioni pubbliche di una città non sanno diffondere in maniera accurata le informazioni a riguardo.
E qui cercheremo di farci un po’ di chiarezza… almeno metterò a disposizione le mie conoscenze acquisite durante gli studi universitari.
Dobbiamo, quindi, avere un po’ più di ottimismo a riguardo cominciando da far attenzione a quello che si butta. Se poi all’impegno tra le mura di casa si aggiunge lo sforzo a prendere più possibile i mezzi pubblici, dove questo sia possibile e acquistare prodotti biologici... non vedo perché questo non possa essere chiamato "vivere in compatibilità con l'ambiente".
Tante cose ci sono da dire a proposito di questo… e rimando tutto alle prossime numerosissime puntate… intanto…
buona eco-giornata!

2 commenti:

alkemilla ha detto...

Vivere in modo eco-compatibile? Danda cara, certo che si può!! ma da dove cominciare se fin da piccoli impariamo l'arte dello spreco e soprattutto del non rispetto per le cose di tutti???
Non per essere disfattisti, ma bisognerebbe cambiare l'italiano medio, che inquina per sua natura in quanto inquinato dentro come pochi!
Una volta cambiato l'italiano,ma radicalmente, allora forse avremo uno straccio di speranza.
Ciao Danda. Su con la vita. Esistono ancora gli alberi.
Baci baci

Danda ha detto...

Ciao cara Milla Alkemica...
che bello risentirti tra le verdi fronde del mio mondo... e già, l'unica consolazione che ci rimane è questa Natura stessa, se ci rimane qualcosa... se solo potesse parlare. Intanto se posso mettere a disposizione qualcosa di mio lo faccio, se qualcuno mi ascolta è il benvenuto, se qualcuno si unisce al mio sforzo per rendere la vita migliore allora ancora meglio.
Certo bisognerebbe educarci sin da piccoli, ma credimi, i piccoli di oggi, se ragionano col loro cervello capiscono, se invece imitano i genitori allora vanno fuori strada. Sabato ho visto un'esposizione di disegni di bimbi che raccontavano i loro amici animali: davvero sorprendenti... avresti dovuto vedere che colori, e in ogni disegno c'erano fiori, arcobaleni, prati, mari e l'immagine di un mondo stupendo, forse quello che sogniamo tutti da bambini. Chissà perché poi da grandi ci interessano solo i soldi e tutto diventa più grigio e sporco. Sì siamo inquinati dentro, allora prima ripuliamoci noi dalle nostre idee malsane e poi il mondo che ci circonda...
Comunque ti invito, come invito tutti quelli che leggeranno questo post, a continuare a passare di qua, perché è solo l'inizio di una lunga passeggiata nel mio strano, forse impossibile mondo verde!
A prestooo!!!