giovedì 19 agosto 2010

Vacanze a Km (quasi) 0… / About zero distance-holidays… # 1

È iniziato il conto alla rovescia per la fine del mese di agosto.
Come molti giornali e telegiornali dicono, complici le ristrettezze economiche e il poco tempo libero, quest’anno un po’ tutti si son dovuti accontentare di vacanze e spostamenti brevi.
Così è capitato a noi. Veramente non potremmo lamentarci, avendo il mare a pochi metri da casa. Ogni tanto, però, abbiamo bisogno allontanarci per respirare una nuova aria. Non immaginate quanto sia fastidioso vivere in un posto sovraffollato d’estate!
The countdown to the end of August is started.
As many newspaper and TV news said, for the credit crunch and the lack of spare time, many people had to be content for short holidays and travels.
So to us. We shouldn’t really complain about it, we have the seaside very near our home. But sometimes we need to go away for breathing new air. You can’t imagine as disturbing is to live in a so crowded place in summer!


Così stavolta nel decidere dove andare e non perdere tempo in lunghi viaggi e percorsi complicati, ci siamo appellati all’offerta turistica della nostra regione, l’Emilia Romagna. È veramente sorprendente la varietà di ambienti, paesaggi e climi che questa terra offre!
Prendete la riviera romagnola: oltre le grandi spiagge, c’è un entroterra affascinante, ricco di storia e tradizioni, compreso quelle gastronomiche. E a ridosso delle colline romagnole cominciano ad erigersi i verdi monti dell’Appennino Tosco-Romagnolo che regala biodiversità e viste mozzafiato sia in estate che in inverno.
So, this time we decided where to go, choosing a destination without long travels and complicated paths. We chose among the various tourism offers of our region, Emilia Romagna. It is really surprising to discover how many places, habitats, landscapes and climates this land offers!
As example take the Romagna seaside: beyond the big beaches there is an amazing hinterland, rich of history and traditions, gastronomical ones included. And, behind the hills of Romagna, the green mountains of the Apennines between Tuscany and Romagna raise. There you can find biodiversity and breathtaking views both in summer and winter.




È qui che, presa la cartina, abbiamo puntato il dito. Precisamente su Bagno di Romagna (FC), cittadina al margine est del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, meta di molti turisti alla ricerca di acque termali, in una cornice verdissima.
Quello che ci ha fatto optare per questa meta, comunque, non è stata né la presenza di stabilimenti termali, né la vicinanza del parco (già visitato diverse volte). Ci ha convinto innanzitutto la vicinanza con Rimini, circa una novantina di Km, percorrendo le strade più grandi, niente in confronto a quelli che generalmente si percorrono in estate! Poi, una serie di articoli sui giornali locali e siti, dove si parla di Bagno come il “Paese degli Gnomi”, ci ha incuriosito maggiormente.
Gli gnomi sono creature che amano i boschi (che ci crediate o no) e quindi la presenza di boschi da favola è la prerogativa del posto!
It was here that, taking the map, we pointed the finger. Precisely on Bagno di Romagna (FC province), a town placed in the East edge of the National Park of the Casentino Forests. It is the destination of many tourists searching for hot spring in a very green location.
However, what made us choose for this destination wasn’t the presence of spas, nor the nearness of the park – we already visited it many times –. It was the nearness to Rimini that convinced us, about 90 Km, if you drive on motorways, nothing compared to the kilometres along you normally drive on holidays! Then a series of articles on local newspaper and websites, telling about Bagno di Romagna as “the Town of Gnomes”, made us curious as well.
Gnomes are creatures from the woods – if you believe or not – and so the presence of fairy wood is the feature of the place!


Così abbiamo fatto molto velocemente i bagagli, dopo aver scelto un luogo dove pernottare. Inizialmente avevamo pensato di campeggiare, ma abbiamo poi optato per il pernottamento in agriturismo, visto che l’unico camping del posto è, ahinoi, chiuso (peccato!).
Molti agriturismi offrono la possibilità di campeggiare con camper o tenda. Però noi abbiamo deciso per una più comoda sistemazione in camera. L’agriturismo prescelto è stato questo, un posto meraviglioso, in cima all’omonimo passo di montagna, per di più con una struttura approvata e controllata da AIAB (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica) e ICEA (Istituto Certificazione Etica e Ambientale).
So we quickly made the baggage, after having decided a place where to sleep. At first we thought to camp, then we decided for sleeping in a farm holidays, as the one camping was closed – what a pity! –. Many farms holidays give the possibility to camp with a camper or a tent. But we chose to sleep comfortably in a room. The chosen farm holidays was this, a marvellous place, on the top of a mountain passage, and what’s more is that the structure is approved and controlled by AIAB (Italian Organic Farm Association) and ICEA (Institute for Ethical and Environment Certification).

                      

Nonostante Bagno di Romagna sia raggiungibile comodamente in autobus dai capoluoghi romagnoli più vicini (Rimini, Forlì, Cesena) abbiamo preferito recarci con la nostra piccola utilitaria, per avere un mezzo a portata di mano per spostarci dall’agriturismo al paese. Ma abbiamo utilizzato l’auto poche volte e più per sfruttare al massimo il tempo a disposizione.
Although Bagno di Romagna is easily attainable by bus from the main chief towns in Romagna (Rimini, Forlì, Cesena), we decided to go there by our little own car, to have a vehicle at hand to go from the farm to the town. But we used car few times, only to maximize the time available.

Le tre giornate sono infatti volate in men che non si dica.
The three days flew in less then no time.



Primo giorno: sopralluogo a Bagno. Una cittadina veramente molto bella, incastonata in una valle verde, con alcuni edifici di pregio storico-artistico (la Basilica di Santa Maria Assunta, il Palazzo del Capitano) e caratteristiche stradine curate, case con finestre fiorite e negozietti invitanti. Non a caso Bagno di Romagna è “Bandiera Arancione” tra i comuni italiani. Il centro abitato è attraversato dal fiume Savio, lungo il quale si snoda un parco pubblico – la nostra oasi per fare pic-nic – e gli stabilimenti termali, luoghi di eccellenza, forse non molto per le nostre tasche!
Ma ci siamo rifatti alla cena nel nostro agriturismo. Ottimi tortelli con patate fatti in casa, come vuole la tradizione del posto, e sapori deliziosi di bosco… tranquilli non abbiamo ceduto alla cacciagione!
First day: inspection at Bagno. A very lovely town, embedded in a green valley, with some buildings of historical and artistic value (the Santa Maria Assunta Basilica, the Palace of the Captain) and typical very accurate lanes, houses with flowered windows and inviting little shops. It’s not a case that Bagno di Romagna is “Orange Flag” awarded – an Italian Touring Club Award – among many Italian municipalities. The centre is crossed by the Savio River, along which a park runs – our picnic oasis – and also spas, excellence places, perhaps not for our pockets!
But we took advantage on the dinner in the farm holidays. Very good homemade potato tortelli, as the local tradition says and delicious flavours from the wood… be quite, no game for food to us!






La sera è passata a cercare di captare qualche barlume di stella cadente, che non è tardato ad illuminare il cielo nerissimo punteggiato di stelle come non me lo ricordavo da tempo! Desideri espressi e via verso le camere… ma acc! Abbiamo rischiato di rimaner fuori a passare la notte!
Occhio, chi frequenta questi luoghi deve sapere che è meglio sempre rispettare gli orari del posto!!!
The evening passed to catch shooting stars, and they were not slow to light up the very black sky… a sky that wasn’t remembered so long by me! After wishes expressed, we went to the room… but blimey! We risked to pass the night out!
Be careful, if you are going to attend these places, you must know that it’s better to respect their timetable!!!


Continua / to be continued

5 commenti:

giovanna gobbi ha detto...

Hai fatto una buona scelta, Bagno di Romagna è un paese delizioso con dei dintorni molto accattivanti.
Se ti capita di ritornarci ti consiglio di fare una capatina all'Osteria del Gambero Rosso: cibi genuini e di territorio e una famiglia eccezzionale.
Saluti ....

Carmine Volpe ha detto...

complimenti mi piace molto la tua scelta in pieno stile di turismo lento, non posso che dondividere e farti i miei migliori auguri

Danda ha detto...

@ Giovanna, ciao!!!
Grazie per il tuo suggerimento... l'Osteria del Gambero Rosso mi pare di averla vista a San Piero in Bagno, non è così? Dopo quello che mi hai detto non mi farò mancare l'occasione! Grazie! :)

@ Carmine carissimo! Questa volta la scelta è stata lenta sì, ma meno eco. Avremmo dovuto ragionare in termini di mezzi pubblici.
Il problema è che alcuni posti sono veramente difficili da raggiungere senza mezzo privato, perché troppo lontani dai centri abitati o comunque, come questa volta, ad altitudini un po' alte. La prossima volta proveremo ad alloggiare in qualche posto più accessibile e proveremo ad usare i mezzi pubblici.
Purtroppo abbiamo scoperto troppo tardi che l'autobus passa anche da vicino casa... una vera comodità da non rinunciarci per le prossime volte! ;)

sooz ha detto...

Your holiday sounds lovely - I'm glad you enjoyed yourselves :D

Danda ha detto...

Hello Sooz!!! Thank you so much!!! :)
It can be a place to see if you will come some days in Italy! And will you go on holiday this year? I hope so for you! ;)