lunedì 6 giugno 2011

La mia mamma e... gli alberi / About my mother and... trees


Oggi è un giorno speciale, il compleanno della mia mamma!
Non è da me parlare di queste cose sul blog, ma volevo farle un piccolo omaggio qui, visto che non le sono accanto oggi…
Ultimamente una nostra conversazione telefonica mi ha fatto riflettere su quanto c’è in me di lei.
Today is a special day, my mother’s birthday!
Not for me to talk about these things on the blog, but I wanted to give her a little tribute here, since I’m far from her today ...
Recently one of our telephone conversation made me think on what of her is in me.


Si era infervorata di recente su un fatto che mi ha rattristato un bel po’.
Il palazzo dove è situato il nostro appartamento in Puglia (quello dove io ho vissuto i miei primi 19 anni) è circondato da un giardino, sia sul fronte che sul retro.
In questo giardino ho trascorso i momenti più allegri della mia infanzia… era un giardino pavimentato col cemento, ma aveva grandi aiuole, non calpestabili, dove c’erano rose, abeti, mimose e pini. Forse è stato il contatto con queste piante che ha fatto nascere in me un interesse particolare verso l’ambiente.
Ho visto crescere quegli alberi che inizialmente erano poco più di un paio di metri, ho spesso annusato il profumo delle rose nelle siepi, rifugio per giocare a nascondino, ho giocato con la terra mescolata all’acqua nelle tazzine di plastica per far finta di fare il caffè, ho osservato a lungo le formiche formare interminabili autostrade, ho ammirato il volo delle gazze tra i tetti e le chiome dei pini… ho persino piantato col mio papà, un albero cresciuto dapprima in un piccolo vaso. Questo ora mi ha superato in altezza e ogni volta che ritorno, lo guardo inorgoglita.
Recently she was smitten on a fact that made me sad a lot.
The building where our apartment is located in Puglia – the one where I lived my first 19 years of age – is surrounded by a garden, both front and back.
In this garden I spent the happiest moments of my childhood... it was a garden paved with concrete, but had great beds, not functional, where there were roses, firs, pines and mimosas. Maybe was the contact with these plants to create in me a particular interest for environment.
I have seen the growth of those trees that initially were little more than a few meters, I have often smelled the scent of roses in the hedges, refuge to play hide-and-seek, I played with the earth mixed to water in plastic cups to play to make coffee, I observed along the ants forming endless highways, I admired the flight of magpies among the rooftops and the tops of the pines... I even planted a tree, first grown in a small vessel, with my dad. This has now passed me in height and each time I go back, I look at it proud.



Quanti anni sono passati da allora! Ogni volta che penso a quel giardino penso alla mia felice infanzia. Per me è un piccolo pezzetto di verde che è un tesoro da custodire in quella cittadina assolata e priva di veri e propri parchi dove i bimbi possano giocare allegramente.
Ma qualcuno evidentemente non la pensa allo stesso modo o forse non ha un legame d’affetto come il mio. Così ha pensato che quegli alberi costituiscano un rischio per l’edificio e possano da un momento all’altro crollare…
Altri si lamentano del fatto che questi alberi tolgono luce ai loro appartamenti… ma nessuno ha detto loro che questi alberi in cambio danno tanto ossigeno ogni giorno? E fanno da barriera allo smog, alle polveri, ai rumori? E forniscono un riparo a quei pochi uccellini che si aggirano nei paraggi? E nessuno di loro ha provato refrigerio riparandosi sotto la loro ombra nelle torride giornate d’estate, in un paese dove il verde è soltanto un miraggio?
How many years have passed since then! Every time I think of that garden, I think of my happy childhood. For me it is a small piece of green which is a treasure to be preserved in that sunny town with no real parks where children can play happily.
But someone obviously does not think the same way or maybe haven’t a bond of affection as mine. So they thought that those trees constitute a hazard to the building and can fall at any moment...
Others complain that these trees remove light to their apartments... but did anybody tell them that these trees in exchange give much oxygen each day? Aren’t they a barrier to the smog, dust and noise? Don’t they provide shelter to the few birds that roam nearby? And did anyone of them try refreshing sheltering under their shade in hot summer days, in a town where the green is just a mirage?


Questi alberi hanno ormai quasi quaranta anni. Non si può cancellarli così, senza avere un briciolo di sensibilità per un vero patrimonio. Quegli alberi che sono stati fatti crescere e ci hanno visto crescere!
Eppure è stato deciso così. “Tolgono gli alberi”, mi dice la mia mamma che si è battuta fino all’ultimo per evitarlo!
Per me è come se mi strappassero i ricordi ed è come se rubassero della vita. Sì perché gli alberi sono vita, se qualcuno ancora non se ne fosse accorto. Intorno a loro si crea vita, loro respirano e fanno respirare, sono loro che letteralmente fanno “il bello ed il cattivo tempo”! È questo che voglio ricordare a tutti quelli che pensano che il verde sia solo un aspetto estetico e qualcosa che richiede troppa acqua, troppe cure o che toglie luce…
These trees have now almost forty years. You cannot delete them so, without a shred of sensitivity for a real heritage. Those trees that have grown and have seen us grow!
Yet it has been decided. “They’ll take away the trees,” my mom tells me. She fought until the last minute to avoid it!
It is as if someone is tearing my memories and as if they are stealing life. Yes, because trees are life, if someone had not yet noticed. Around them, they create life, they breathe and let you breathe, they literally do “the good and the bad weather”! This I want to remind all those who think that green is only an appearance, and something that requires too much water, too cares or takes light away...


E voglio ringraziare mamma per aver difeso gli alberi del giardino. Voglio ringraziarla perché ho capito che una parte della mia coscienza ecologica viene anche da lei. Mamma è una persona che tiene a tutto ciò che ha una storia o una vita, anche la cosa apparentemente più insignificante lei la difende e la trattiene.
Viva la mia mamma! Buon compleanno, mamma!
And I want to thank Mom for having defended the trees in the garden.
I want to thank her because I understand that part of my ecological awareness come also from her. Mom is a person who takes care of all which has a history or a life, she defends and holds also the apparently insignificant things.
Viva my mom! Happy Birthday, Mom!

4 commenti:

sooz ha detto...

Sorry to hear about the loss of your trees, how sad :(

Happy birthday to your mummy!

Anonimo ha detto...

MAMMA ANGELA TI RINGRAZIA SENTITAMENTE PER LE BELLE FRASI CHE HAI SCRITTO E TI SALUTA AFFETTUOSAMENTE DICENDOTI CHE SONO ORGOGLIOSA DI TE. TI MANDO UN BACIONE!

Danda ha detto...

Hi Sooz, thanks so much for your wishes!!! :)
My mother don't understand English, but my little sister (the person of the comment below yours) will translate them for her, and I'm sure she will appreciate!!! :)
As regard trees, it's a very sad fact that people don't recognize the benefits they bring to us... we must do everything in our power for protecting trees, as my mother did, and I'm proud of her, even if the others wons!

Danda ha detto...

Ciao sorellina e ciao mamma!!!
Che bello vedere il vostro commento qui sul blog! :)
Sono io che sono orgogliosa di voi! La lontananza non potrà mai dividere il nostro reciproco affetto!!!
Un bacio grande anche a voi, sperando di vedervi presto!!! ;)