sabato 23 agosto 2008

Appunti di viaggio / My journey diary – 08 Aug 08

Dopo una serata trascorsa fino a tardi con amiche, questa mattina alle 7,30 apro gli occhi accaldata e sono già sveglia. Il sole è già alto e comincia a cuocere il paese.
Quest’anno è un nuovo anno di caldo, un’estate torrida, bollente come non si vedeva da un po’. Entro qualche ora la temperatura si alza e strade, casa e persino i giardini si arroventano. Avrei dovuto aspettarmelo, qui il caldo, in Puglia, è spesso secco, quasi africano.
La giornata passa lenta, per metà chiusa in casa, cercando un’occupazione per non morire di noia davanti al caleidoscopio della tv che trasmette l’inizio dei giochi olimpici cinesi. Si boccheggia: inevitabile cercare un po’ di refrigerio davanti al ventilatore o al condizionatore, acceso per poco e impostato sui 30 gradi. Finisco con lo sdraiarmi sul letto e addormentarmi finché il calore scompare e riappare verso le 17,30. Pechino è ancora là in tv a dare sfoggio di colori, tecnologie e abilità umana, incurante di un clima, anche là, ai limiti della sopportazione.
Solo dopo le 20, tramontato il sole, è possibile uscire di casa. Esco pigramente dopo ancora mezz’ora e attraverso una delle strade principali della città passando davanti ad una vetrina che il mio sguardo sfiora distrattamente. Devo tornare indietro: si vede una stanza illuminata ma quasi vuota salvo che al centro campeggia in bella mostra un grande pannello solare!
Cavolo! Penso: ma perché siamo così stupidi? Se tutti qui avessero i pannelli solari, periodi come il torrido agosto renderebbero molto in energia e calore gratuiti e puliti!!!
Un paese come il nostro, l’Italia, che non investe nell’energia solare è veramente un paese stupido!
Fortunatamente qualcuno se ne sta accorgendo, ma quanti anni ci vorranno perché tutti abbiano il solare a disposizione? Spero che non si arrivi ad averlo quando la temperatura della Terra sarà tale da eliminare la possibilità di sopravvivenza!
Proseguendo nella mia pigra passeggiata vedo affissi dei manifesti sulla premiazione di utenti virtuosi che hanno raggiunto una consistente percentuale di raccolta differenziata, collezionando punti su una tessera e conferendo i rifiuti all’isola ecologica. Premiati addirittura con buoni spesa! Peccato non avere modo di approfondire, di indagare meglio…

Così sta per finire la mia permanenza a Canosa, e in fin dei conti devo ammettere che qualche piccola cosa sta cambiando. Anche dal sesto piano del mio palazzo scorgo che qualche timido pannello solare fa capolino e mi saluta dai tetti delle case! Mi aspetto di ritrovare, la prossima volta un paese sempre più ecologicamente impegnato! Lo saluto nella speranza… e visto che la speranza è di colore verde, spero di trovare il mio paese più verde!
A presto cara terra mia!



After an evening spent up late with friends, this morning at 7.30 a.m., I open my eyes, weather is hot and I am already waked up. The sun is up yet and it begins to cook the country.
This is a new year of hot, hot summer, boiling as not seen before for a long time. Within a few hours the temperature rises and roads, buildings and even gardens are hot. I had to aspect it: the heat here, in Puglia, is often dry, almost to North African levels.
The day passes slow, half closed in the house. I try employment not to die of boredom seeing the kaleidoscope TV transmitting the start of the Olympics Games in China. Hot takes my breath away: inevitable I try to find to cool a little with the fan or air conditioner switched to low and set on
30 °C. I end to lay down on the bed and sleep until the heat disappears and reappears at 5.30 p.m. Beijing is still there on TV to give off colours, technologies and human skills, unmindful of a climate, even there, off limits of endurance.
Only after 8 p.m., down the sun, you can leave the house. I’m out after half an hour and even through one of the city's main roads I pass in front of a shop window that I see in distract way. I have to go back: I see a room illuminated but almost empty except at the centre a large solar panel stands in a stunning show!
Goodness! I think: why are we so stupid? If all everybody here had solar panels, periods like the torrid August would make a great deal in energy and heat free and clean!
A country like ours, Italy, which invests in solar energy is really a stupid country!
Fortunately someone is noticing it but how many years we have to wait until everyone could have the solar energy available? I hope that we’ll not arrive at the time when the temperature of the Earth will eliminates the possibility of survival!
Continuing in my lazy stroll I see posted some posters on a prize for users who have virtuously reached a substantial percentage of recycling, collecting points on a card and giving waste the ‘ecological island’. Winners are prized with bonus to spend at supermarket! Too bad it is not having way to deepen, to better investigate…

That is about I finish my stay in Canosa, and ultimately I must admit that some small thing is changing. Even from the sixth floor of my flat I see that some timid solar panels come out and say hello to me from the roofs of houses! I expect to find the next time the town increasingly environmentally committed! I leave in hope… and due that hope is green, I hope to find my country more… green!
See you soon my beloved land!

Nessun commento: