martedì 9 giugno 2009

"Un amore sostenibile" #1 / "A sustainable love" #1

Eccomi. Tanto silenzio, ma anche tanti cambiamenti di cui ho molto da dirvi. Però oggi invece di parlarvi di queste cose vi parlerò di… amore!
Hi everybody. Time has passed in silence and lots of changes happened. I’ve plenty of things to tell but I prefer talking about… love!

Fra pochi giorni arriva l’estate, la stagione quella nella quale, infatti, si concentrano maggiormente le storie di innamoramenti (eh eh, io ne so qualcosa) e le celebrazioni di matrimoni. Chi non è stato invitato almeno una volta nella sua vita ad un matrimonio in estate?
Another couple of weeks and we’ll be in summer, the season in which people fall in love (he he, I know it well) and celebrate weddings. Who wasn’t at least invited at a wedding celebration in summer?

Se siete originari delle mie parti (sud Italia) sapete bene cosa significhi sposarsi o essere invitati ad un matrimonio. Già vedo le vostre facce: espressioni di sconforto, quasi delirio, per le cerimonie lunghissime, gli sprechi e gli sperperi di denaro in tutti i sensi! Ma perché un momento così bello deve essere rovinato da un contorno del tutto assurdo?
If you are native from the south of Italy as me, you know well what does it mean to marry or to be invited at a wedding party. I see your faces painted with discouragement or rather delirious expressions, thinking to very long celebrations, wastage and squandering of money in all senses! But why a so beautiful moment has to be ruined by so absurd circumstances?

Beh non è un caso che vi parlo di matrimoni. Eh no, non preoccupatevi, non mi riguarda da vicino… ehm, ancora no! Approfitto però dell’inizio della bella stagione per parlarvi di un matrimonio davvero particolare ed insolito ma soprattutto… ecosostenibile!
Non sarò io stessa a raccontarlo, ma… la sposa in persona! Avrò bisogno di snocciolare il racconto in più puntate per non tralasciare nessun dettaglio, ma vi consiglio di seguirle, perché è veramente qualcosa di speciale, come la coppia che ha deciso di festeggiare in questo modo.
So it is not a case I’m going talking about weddings. He no, don’t worry, it’s not about me, still not!
I take the advantage of the beginning of the nice season to talk about a very special wedding, so unusual and… sustainable one too!
Not me, but the bride in person herself will tell you! I need just a pair of posts to blurt out the story – I don’t want to forget any detail – but I suggest to follow them, because it’s something very special, as the couple that decided to celebrate their love in this way.


Quindi vi lascio al racconto dei fantastici novelli sposi Alessia e Carlo ai quali vanno tutti i nostri più cari auguri di una splendida vita insieme!!!
Well, I leave you to the account of these fantastic newlywed Alessia and Carlo, to which we wish from heart a wonderful life!


“Io e Carlo cerchiamo di vivere non sprecando, provando ad inquinare il meno possibile, scegliendo criticamente cosa mettere nel carrello della spesa…non fraintendeteci, non siamo santi, ogni tanto la stanchezza o la fretta hanno la meglio e allora prendiamo la macchina piuttosto che la bici e magari ci concediamo un bagno un po' più lungo al posto della doccia.
Carlo and me try to live without waste, polluting less possible, choosing in a critical way what to put in the shopping trolley... don't misunderstand us, we aren't saints, sometimes tiredness or haste gain the upper hand, so we take the car or rather the bike and we do a longer bath instead of shower.

Nelle nostre cenette tranquille senza tivù ci troviamo spesso a chiederci cosa fare per far sì che altre persone inizino a capire un po’ di più o almeno a porsi delle domande sull’impatto ambientale e sociale delle azioni quotidiane. Spesso parlando con amici (persone che stimiamo, mica criminali!) ci rendiamo conto che non fanno la raccolta differenziata, non si preoccupano di quanto sprecano, di quanti rifiuti generano, di chi gli vende le merendine e cosa c'è in quelle merendine! Forse, abbiamo pensato, si può iniziare da loro…
In our peaceful dinners without TV, we often ask to ourselves what we can do to make people aware about environmental and social impact due to daily actions. Talking often with friends – people we respect, not criminals! – we realize that they don’t recycle, and don’t worry about waste and about their snacks, who sells them and what are their ingredients. Maybe, we thought, we can start from them…


Quando abbiamo deciso di sposarci ci è venuto spontaneo sfruttare l’attenzione che quel giorno avremmo inevitabilmente avuto su di noi per far passare un po’ di concetti e dimostrare attraverso il nostro esempio che tutti possiamo fare qualcosa, così la festa del matrimonio si è trasformata in un evento di sensibilizzazione e di promozione di uno stile di vita sobrio.
When we decided to merry, we naturally thought to use the attention, which we inevitably would have attracted, to make people focus on some concepts in order to demonstrate them that everybody can do something. So the wedding party became an occasion for making aware and promote a sober lifestyle.

C'è qualcuno di così pazzo da fare altrettanto?
Is there someone almost insane to do the same?

Bene, vi voglio aiutare, vi darò alcune dritte e qualche indirizzo, perché, se è vero che io e Carlo ci siamo divertiti nel programmare il tutto, è anche vero che abbiamo dovuto fare diverse ricerche per trovare i "fornitori" che facessero al caso nostro.
Well, I want to give you an aid and some address, because, if it’s true that Carlo and me totally enjoy to organise everything, it is as much true that we had to do lots of searches to find the right “suppliers”.

Ci siamo sposati il 18 Aprile 2009 nella parrocchia Santa Margherita di Bellaria (Rimini) e per i festeggiamenti abbiamo pensato ad un aperitivo informale nel teatrino parrocchiale: MATRIMONIO a km 0!
We got married the 18th April 2009 in the church of St. Margherita in Bellaria (province of Rimini) and for celebrating we planned an informal aperitif in the parish theatre: a 0 Km WEDDING PARTY!


Iniziamo dalle partecipazioni (solo chi non ne poteva fare a meno, la maggior parte degli amici sono stati invitati telefonicamente). Ho semplicemente comprato fogli A4 di carta un po’ carina li ho tagliati, scritti a mano, decorati con un semplice disegnino e infilati in una busta.
Let’s start talking about announcements – only for those people we couldn’t invite by phone –. I simply bought A4 paper sheets, a nice type, then I cut and wrote them by hand, decorating with a simple drawing, and sent in a envelope.

Il buffet è stato preparato con prodotti biologici, freschi e locali, pasta e pane fatti a mano, tutto cucinato molto bene dalle ragazze del catering "laratatuia" (Per informazioni contattare Nadia o Simona ai numeri sul loro sito).
The buffet was prepared with organic, fresh and local products, homemade pasta and bread, all very well cooked by the girls of the catering service “Laratatuia” (for contacts look for Nadia or Simona to their website).

I piatti erano polpa di cellulosa e i bicchieri in PLA, entrambi materiali biodegradabili e compostabili (il giorno dopo il matrimonio abbiamo riempito i bidoni marroni dell'umido intorno a casa!!!), li abbiamo ordinati via e-mail e pagati con bonifico (senza bisogno di partita iva). Da Ditta Amore Raffaele.
Dishes were in cellulose and cups were in PLA. Both materials are biodegradable and compostable (the day after the wedding day we filled the brown bins around our house!!!). We order this stuff on the internet, paying it by transfer (without the need of VAT number). By Ditta Amore Raffaele.

Abbiamo proposto agli ospiti acqua del rubinetto con una nostra etichetta personalizzata che spiegava i pregi dell’ acqua “San Rubinetto”, c’era anche acqua imbottigliata ma da una fonte vicina rigorosamente in vetro (nel nostro caso acqua Galvanina). Anche le altre bevande erano in vetro e assolutamente niente Coca-Cola, Pepsi o altre multinazionali.
We proposed to the hosts water on the tap, presented with a customized tag – designed by ourselves – which showed all the benefits of the so called “San Rubinetto” water. There was also mineral water but rigorously in glass bottles and from the local source Galvanina. There were also other drinks in glass bottles but no Coke or Pepsi, and no other multinational company.


I confetti li abbiamo acquistati in una delle botteghe del commercio equo e solidale.
We bought sugared almonds (as in the Italian wedding tradition n.d.t.) in one of the fair-trade shops.

Le bomboniere erano composte da un sacchetto di cotone (una sorta di mini-shopper) decorate con i disegni dei ragazzi del centro diurno “L’Aquilone” di Santa Giustina.
All’interno del sacchetto c’era il libretto “Vita sobria e solidale” edito dal Movimento Gocce di Giustizia.
Per maggiori informazioni sul movimento vi invito a visitare il loro sito, tra le altre cose pubblicano una mini-guida al consumo critico.

The wedding keep-sakes were made of a cotton sachet (a sort of little shopping bag) decorated with drawings by the children of the daily childhood centre “L’Aquilone” in Santa Giustina.
In the sachet there was the booklet “The fair and sober life” edited from the Gocce di Giustizia movement. For further infos I invite you to see their website, among their publications there is also one about the critic consumption.


Per promuovere il riuso abbiamo pensato di allestire un mercatino dell’usato con l’aiuto delle ragazze di Manitese, mi piaceva l’idea di rimettere in circolo le varie bomboniere ma anche altri oggetti che si possono trovare al mercatino dove saltuariamente faccio volontariato.
Così ad ogni bomboniera abbiamo allegato un numerino che corrispondeva ad un oggetto usato che gli invitati potevano andare a ritirare tra una forchettata e l’altra – Manitese ha un negozio dell’ usato a Rimini in via Circonvallazione occidentale 28, telefono 0541 785305. Per sapere qualcosa in più cliccate su Manitese, ma se volete anche fare qualcosa Manitese Rimini cerca volontari –.

To promote reuse we thought to prepare a second hand market with the help of the girls of Manitese. I liked the idea to give a new life to plenty of wedding keep-sakes or other objects that you usually can find to the little market where I am occasionally volunteer. So, to each wedding keep-sake I attached a number which corresponded to a second hand object that the host could collect from a meal to another one – Manitese has a second hand shops at Circonvallazione occidentale, n.28 in Rimini, ph. 0541 785305. To know something more about click on Manitese see the website, but if you want to do something real, Manitese is always searching for volunteers –.”

Continua / To be continued

Bene, ci stiamo già facendo un’idea del grande coraggio di Alessia e Carlo?
Nella prossima puntata saprete molto ancora sui regali di nozze, allestimento e addobbi della festa, fotografie, mezzi di trasporto, vestiti e consigli vari per chi si appresta a organizzare il più bell’evento della propria vita…
A presto su Dandaworld! ;)
Well, have you now an idea of the courage of Alessia and Carlo?
In the next issue they let us know more about wedding presents, preparation and decorations for the party, photos, means of carrying, dresses and various suggestion for the getting married couples who are organising the most beautiful event of their life…
Soon here on the Dandaworld!

13 commenti:

Anice ha detto...

Sicuramente un gran coraggio!
Sono stati bravissimi e dimostrano che veramente si può andare oltre una tradizione spesso forzata,perpetuata per non essere diversi e non deludere.
Io mi sono sposata con un matrimonio tradizionale, per fortuna nella mia famiglia non si usano feste che dura no una giornata.
L'unica cosa che sono riuscita a non fare sono le bomboniere, regalando solamente sacchettini con confetti senza inutili oggetti, mentre per i fiori ho chiesto rose di provenienza locale.
Ho imparato che il matrimonio non è un affare solo dei due sposi ma coinvolge inevitabilmente le famiglie e bisogna mediare, mediare...:-))

Vivere Verde ha detto...

interessantissimo!!! Bravi e coraggiosi devo dire, non solo per la loro scelta ma anche perché infatti molte volte le feste mica le facciamo per noi... ma per i parenti :))

Il mio matrimonio fu una specie di "fai da me"... ho fatto delle bomboniere in juta, ho fatto da sola le partecipazioni con carta decorativa riciclata, segna posti ecc....

fu tutto molto semplice ma stavano tutti bene, e il matrimonio dopo alcuni anni è ancora firme e forte, per cui ci siamo :)

Danda ha detto...

Ciao ragazze, ben ritrovate qui!!! Sono molto felice di leggere i vostri commenti! :)

@ Anice, sei fortunata che le tradizioni della tua famiglia non siano così eccessive! Anche il risparmio sulle sole bomboniere può essere un ottimo punto di partenza! A casa dei miei in Puglia ho un intero mobile invaso di oggettini inutili, collezione di tantissimi matrimoni! Che spreco di denaro per cose che a volte sono anche di dubbio gusto! E che dire dei fiori? Il giorno dopo sono già da buttare...
Comunque è verissimo, bisogna essere esperti nell'arte della mediazione! :D

@ Vivere Verde... grazieee!!! Ho appena visto che mi hai linkato sul tuo blog! Sono veramente contenta, anche perché queste sono cose che vanno diffuse, poiché si può fare molto per evitare sprechi e danni all'ambiente!
Hai ragione, a volte per accontentare i parenti si fanno delle scelte sbagliatissime! E complimenti anche a te per la preparazione di bomboniere e partecipazioni! Potresti dedicarci anche un post! ;)
Sono felice che tutto ora vada bene, sono queste le cose che rendono un evento così speciale da ricordare per sempre!

Mi raccomando non mancate alle prossime puntate del post! ;)

Gio ha detto...

Innanzitutto tanti auguri ai tuoi amici. Il post è bellissimo e continuerò a seguirlo. I matrimoni di per sé mi commuovono perché sono una romanticona, ma questo è soprattutto degno di lode, bello e "bravo" :)

Danda ha detto...

Ciao Gio e benvenuta nel Dandaworld! :)
Grazie per il tuo commento, sono felice che ci seguirai... presto pubblicherò il seguito!!!
Sono capitata di proposito sui tuoi bellissimi blog che propongono post sfiziosi e interessanti e... ti sei guadagnata una lettrice, eh eh! Quindi... a presto!!!
;Danda

Gio ha detto...

*.*
imbarazzo! grazie a te :) io pian piano mi addentro nel dandaworld

cristella ha detto...

aspetto con ansia le prossime puntate!

ciao!

enikő ha detto...

Che bella iniziativa! Non vedo l'ora di leggere la seconda parte.
Un abbraccio. :)

Danda ha detto...

WOW! Ragazze che successone!!! Quando lo leggerà Alessia sarà molto contenta!

@ Figurati Gio, complimenti meritatissimi!

@ Bentornata Cri!!! Mi fa piacere che anche tu apprezzi, di solito le mamme si dimostrano sempre così tradizionaliste! :D

@ Eniko, che piacere rivederti tra i commenti!

Per tutte... farò il possibile per non farvi aspettare troppo! A prestooo!!!

Layla ha detto...

WOW!! This is really most exciting!!

I really admire the couple & wish them best of luck!!

Honestly I am not brave enough to tell my friend who is preparing her wedding that the tulle she has bought is not a very sustainable choice, but accounts like these can give more brides options that can be more sustainable than what they would normally choose!! :)

Danda ha detto...

Hi Layla!!!

Yes, you're right, it's very hard to say to friend that their choices are not so green, but we have to start to do it! It's very important to give them other options, so they can really approach to a new greener lifestyle and trust in it.

All in all, I discovered a lot of sustainable options more for the wedding day during these days, because a friend of mine is getting merried.
In example, I discovered that you can do a donation to no-profit associations as wedding gifts. And I and other friends do it to Emergency!!! Now I feel no more stressed by thinking about the wedding present to give to the couple, but I'm very happy and hope they are very happy too!!!

madreterra ha detto...

Wow non ho davvero parole!
I miei complimenti a Carlo e Alessia!
Sono davvero da ammirare e soprattutto da imitare!
Sono davvero curiosa di leggere la continuazione di ciò che hanno fatto di eco per le loro nozze.

Danda ha detto...

Ciao Elena carissima!!!
Bentornata e grazie del commento!!! ;)
La seconda parte arrivaaaaaa!!!