mercoledì 8 luglio 2009

Che spettacolo! / What a show!

Ehi voi, ve lo dicevo che in silenzio accadono tante cose, come questa che casca a fagiolo in questo periodo estivo, quando ancora tanti non sono partiti, ma alla sera hanno voglia di un po’ di svago, anche all’aperto se possibile.
Mi è giunta, infatti, questa notizia strepitosa: a Milano c’è un locale, il primo in Italia, che da oggi è ad impatto zero
Eh you, I’ve said that quietly many things happen, like this one that happens at the right moment, when many people aren’t still left, but in the evening they want to have fun, even to the open air, if possible.
In fact a great news came to my ears: in Milan there’s a nightclub which is zero environmental impact starting from today…


È il Circolo Magnolia di Segrate (MI)!!!
Ha da pochissimo festeggiato i suoi 4 anni di attività con l’inaugurazione di un magnifico impianto fotovoltaico che gli permette di produrre concerti ed eventi utilizzando energia pulita e abbattendo le emissioni di CO2!
It’s Magnolia Club in Segrate (MI)!!!
It has recently celebrated its 4 years of activity with the inauguration of a wonderful photovoltaic plant that gives the chance to produce gigs and events using green energy and avoiding CO2 emissions!


La direzione artistica di Magnolia ha creduto profondamente fin dall’inizio a questo progetto che rende concreto un gesto “per non buttare via quello che di buono abbiamo sulla Terra e che ci viene dal cielo”. Si è sempre avvicinata al pubblico con spettacoli “esplosivi” e costi abbordabili, ma con questa operazione Magnolia non avrà più bisogno di energia elettrica per produrre i propri eventi.
Since the start, the art direction of Magnolia deeply believed to this project that makes real a gesture “for not making waste with the goods of Earth and heaven”. It was always open to audience with ‘explosive’ shows and good prices, but with this operation Magnolia won’t need energy to produce its own events.

Tutto questo è già possibile grazie ai 100 pannelli fotovoltaici da 200 W l’uno, capaci di produrre in un anno 22.892 kW/h (nello schema riportato potete vedere i dettagli dell’impianto connesso alla rete di distribuzione nazionale).
L’investimento di 150.000 euro è stato reso possibile anche grazie al supporto della Provincia di Milano, che ha patrocinato l’operazione. L’opera è stata, inoltre, realizzata con i più affidabili sistemi di produzione e con criteri progettuali volti a garantire la massima resa disponibile, la sicurezza e il miglior impatto di inserimento ambientale.
This all is yet possible thanks to 100 photovoltaic panels of 200 W each, able to produce 22,892 kW/h in a year (in the scheme below you can see details for the plant connected to the national web).
The investment of 15,0000 euros was possible even thanks to the support of Province of Milan, who was the proponent. The work was, moreover, realized with the more trusted systems of production and with planning standards made to guarantee the maximum available rendering, safety and best environmental impact.



Si tratta con precisione di 102 moduli fotovoltaici con una potenza di 195 W l’uno, per un totale di 20 kWp, in grado di produrre dai 21.000 ai 24.000 kWh annui – come spiega Livio Visentin, Amministratore Delegato dell’azienda che ha realizzato l’impianto –.
Tali moduli consentono un’estrema stabilità di produzione di energia elettrica anche nel corso degli anni arrivando a produrre circa 390.000 kWh in venti anni e risparmiando così 265.000 kg di CO2 che altrimenti sarebbero immesse nell’atmosfera.
Una curiosità che rende l’impianto altamente tecnologico è il costante monitoraggio sul corretto funzionamento del sistema attuato da una connessione web: tramite delle schede collegate agli inverter è possibile monitorare in tempo reale i dati di produzione di energia sia all’interno che all’esterno del locale attraverso un ampio monitor LCD. Wow!
Precisely we are talking about 102 photovoltaic modules, with a power of 195 W each, for a total of 20 kWp, able to product from 21,000 to 24,000 kWh a year – as Livio Visentin, the managing director of the company which built the plant, says –.
These modules have an extreme stability of energy production, even in years, arriving to produce almost 390,000 kWh in twenty years and saving 265,000 kg of C02, which otherwise would be released in the atmosphere.
A curiosity that gives to the plant a hi-tech quality is the continuous monitoring on the perfect working of the system assured by a web connection. Through some cards connected to the inverters, it is possible to monitor in real time on a big LCD screen the data of energy production both in the club and outside it. Wow!


Ospito qui i commenti dei protagonisti dell’evento di inaugurazione dell’impianto avvenuto oggi:
I host here the comments of the protagonist of the inauguration event that occurred today morning:

“Oggi è il compleanno del Circolo Magnolia. Spegniamo 4 candeline per i nostri 4 anni di attività. Accendiamo 100 pannelli fotovoltaici.
Oltre al discorso importante dell’abbattimento delle emissioni di CO2 (con i pannelli produrremo energia che equivale a quella consumata da 7 edifici di quattro piani) ci piace ricordare che tutto questo è stato possibile perché la gente ci ha seguito nel progetto del Circolo.
Quattro anni fa siamo arrivati qui e abbiamo trovato una struttura abbandonata.
Oggi abbiamo 29mila soci. Abbiamo avuto 300 mila persone alle centinaia di concerti, djset che abbiamo realizzato. 
Grazie a tutti i soci è stato possibile avere i soldi per investire in questo impianto.”



“Today is the birthday of Magnolia Club. We snuff off 4 candles for the fourth year of activity. But we turn on 100 photovoltaic panels. Beyond the important thread of the CO2 emissions (with these panels we will produce the same energy that 7 buildings of 4 floors consume) we like to remember that all this is possible because people followed us in the project for the club. Four years ago we arrived here an found these abandoned building. Today we have 29,000 members. We had 300,000 people, hundreds of venues, djset we realized. Thanks to all the members it was possible to have money to invest in this plant”.
Andrea Pontiroli - Presidente Circolo Arci Magnolia / President of Magnolia Arci Club

“Sono contento di vedere realizzato un sogno. Ricordo che una delle prime cose che mi dissero Andrea Pontiroli e i ragazzi del Magnolia era che volevano rispettare la natura che c’è intorno al Circolo (circondato da alberi) e che avrebbero pensato a un impianto fotovoltaico per abbattere le emissioni.
Sono contento perché i Circoli Arci lo scorso anno lanciarono un dodecalogo per spingere la gente a pensare verde, a non bere acqua da bottigliette di plastica, a utilizzare prodotti da filiere corte e in cui il punto 9 faceva riferimento al fotovoltaico.
L’operazione del Magnolia dimostra che una struttura che è un’impresa sociale, oltre ad essere punto fermo di Milano per eventi musicali e culturali, è un circolo che pragmaticamente pensa a una politica del fare che porta a risultati come questo dell’impianto fotovoltaico.”



“I’m happy to see a dream come true. I remember that one of the first things Andrea Pontioli and guys of Magnolia said was that they wanted to respect nature all around the club (there are lots of trees around) and they said to think about a photovoltaic plant to pull down emissions. I’m happy because last year the Arci Clubs launched a 12 rules book to urge people to think green, to not drink water from plastic bottles, to buy products from short distribution chain and the 9th point was related to the photovoltaic. The operation by Magnolia demonstrates that the structure is a social business, and, apart from being a tenet for music and culture events in Milan, is a club that really thinks to a politics of acts that brings to some results like this of photovoltaic plant.
Emanuele Patti - Presidente Circoli Arci Milano e Provincia / President of Arci Clubs of province and city of Milan

Cosa aggiungere? Siamo molto contenti che qualcuno pensi al divertimento come a qualcosa a cui ci si possa dedicare senza avere il pensiero di inquinare! Spesso non pensiamo alle conseguenze che anche il solo mangiare o ascoltare musica possano avere sull’ambiente. E molti gestori di locali e strutture turistiche (ne so qualcosa io qui dalla Romagna) non sono per nulla sensibili all’ambiente che li circonda e dalla quale attrattività spesso dipende la loro fortuna.
What to add? We are very happy that someone thinks to fun as something to enjoy without the fear of pollution! We don’t often think to the consequences that even the simple eating or listening to music can have on environment. And many clubs or other tourism structures managers (I well know here in Romagna) aren’t sensible to environment at all. The same environment often gives success to their business.

Bravi! Speriamo di poter venire presto al Magnolia a divertirci in maniera davvero spensierata, e speriamo che molti locali in Italia seguano questo grande esempio!
Well done! We hope to come soon to Magnolia to enjoy without thoughts and hope that many clubs will follow this example here in Italy!

P.s.: un grazie particolare a Silvio dell’ufficio stampa Lunatik per il materiale messomi a disposizione! / Many thanks to Silvio from Lunatik press agency for the stuff available!

2 commenti:

valeria ha detto...

che dire... solo complimenti!!! :D

Danda ha detto...

Ciao Valeria!
Peccato che non abitiamo a Milano, vero? Ma un giorno chissà magari organizziamo un incontro tra bloggerine da quelle parti! ;)