domenica 4 agosto 2013

Ricettario dei dolci al profumo di… cioccolato! / Cakes recipe holder with a scent of … chocolate!

Come promesso, eccomi qui a illustrare un po’ delle mie “creazioni” di upcycling. Non sono lavori difficili, sono cose semplici, spesso ispirate dalla forma del materiale di recupero, a volte dal tipo di materiale, più raramente – come l’oggetto di questo post – ispirate dal suo… profumo!
As promised, I’m here to explain some of my upcycling “creations”. They are not difficult works to do but simple things, often inspired by the shape of the recovered material, sometimes by the type of material, more rarely – as the subject of this post – ... inspired by its scent!

In quello che sarebbe dovuto essere un bel weekend condito di amicizie e della mia musica preferita, ormai risalente allo scorso ottobre, e invece fu un forzato weekend casalingo, mi ritrovai a cercare qualcosa da fare per alleviare il vuoto e la malinconia. Spesso quando si è soli a casa e un po’ di pensieri cupi occupano la mente, la cosa migliore è dedicarsi a fare qualcosa di allegro e soddisfacente. A volte si finisce per aprire la dispensa e cercare qualcosa di dolce.
Io, in quel caso, ci finii molto vicina ma non mi trovai ad annegare i miei pensieri nel cioccolato, bensì, sempre nella cucina, ne sentii il profumo intenso che veniva da una scatola di cacao vuota abbandonata.
In what was supposed to be a nice weekend with friends and my favorite music – now dating back to last October – and was instead a forced weekend at home, I found myself looking for something to do to relieve the emptiness and melancholy. Often when you are alone at home and some dark thoughts occupy your mind, the best thing to do is to dedicate yourself to something cheerful and satisfying. Sometimes you end up opening the pantry and look for something sweet. In that case, I went there very close but I didn’t find myself drowning my thoughts in chocolate, but – always in the kitchen – I felt the intense perfume that came from an abandoned box of empty cocoa.

Il pensiero volò subito al mio compagno che era lì dove dovevo essere anch’io e che era il responsabile dell’abbandono, non il mio ma della scatola vuota, essendo lui gran consumatore di cacao a colazione, quello solubile nel latte. Fortunatamente la scatola in sé era abbastanza innocua, perché di cartone, e quindi facilmente riciclabile (quella della famosa marca della mucca lilla*) ma, aprendo il coperchio, il profumo di cacao mi inebriò e pensai: un peccato buttarla!
The thought flew straight to my partner who was there where I had to be and that was in charge of abandonment, not mine but of the empty box, because he is a large consumer of cocoa for breakfast, the one soluble in milk. Fortunately, the box itself was fairly harmless, because of cardboard and easy to recycle – the one of the famous brand of the purple cow* –, but by opening the lid, I smell the scent of cocoa and thought “a shame to throw it”!

Poi mi venne in mente che avrei potuto fare una bella sorpresa al mio amore, che per sua passione è sempre ai fornelli e spesso è lui a farmi dolcissime sorprese.
Quindi, oltre alla scatoletta vuota di cacao, recuperai le carte colorate per origami che avevo comprato tempo fa al mercatino dei bambini – che si tiene d’estate a Rimini in piazza Cavour e di cui parlo in questo post –, poi nastro biadesivo e forbici, e l’immagine di un cupcake impresso su cartoncino, che accompagnava una bella confezione di ovetti di cioccolata avuta in regalo tempo addietro.
Then it occurred to me that I could make a nice surprise for my love, whose passion is always to cook and often makes sweet surprises to me.
So in addition to the empty box of cocoa, I retrieved colorful cards for origami that I had bought long ago at the
children's flea market – which is held in the summer in Rimini Piazza Cavour and which I talked about in this post – and then double-sided tape and scissors and the image of a cupcake imprinted on cardboard, which accompanied a beautiful box of chocolate eggs had a gift some time ago.

Dopo aver dapprima misurato quanta carta utilizzare per rivestire bene la scatola – sempre meglio vedere se è sufficiente, altrimenti è necessario fare un collage – studiai i punti dove piegarla e iniziai a sistemarci sopra le strisce di biadesivo su cui poi pazientemente far aderire la carta, cercando di sfruttarne il motivo colorato. Ovviamente in alcuni punti era avanzata della carta, che poi tagliata via con delle forbici, facendo attenzione a non intaccare il cartoncino.
Il cupcake era solo “la ciliegina sulla torta”, insomma una decorazione che può essere fatta in qualsiasi altro modo e materiale.
After initially measured how much paper to use to coat the box well – it’s always better to see if it is sufficient, otherwise you need to make a collage – I studied the points where to bend it and began to settle over the strips of double-sided adhesive on which I would patiently glue the paper, trying to take advantage of the paper color pattern. Obviously at some points paper advanced, so I cut away it with scissors, being careful not to damage the cardboard.
The cupcake was just “the icing on the cake”, in short, a decoration that can be done in any other way and material.

L’interno quadrato di questo ricettario ben si presta ad ospitare schede scritte a mano o stampate con le proprie ricette preferite da tenere sempre a portata di mano. Altrimenti si possono conservare anche dei semplici ritagli di giornale. Oggi come oggi, è vero, le ricette si consultano sul web, ma non vi ha dato mai fastidio dover lavarsi ogni passaggio le mani sporche di farina o burro, per dover cliccare o tappare sulla ricetta in questione? Be’ noi qui lo abbiamo sperimentato diverse volte. Per cui preferiamo solitamente trascriverci le ricette dai blog o consultare classicissimi libri o riviste di cucina…
The square interior of this recipe holder is well suited to accommodate handwritten or printed cards with your favorite recipes to keep in hand. Otherwise you can save even simple magazine clippings. Nowadays – it is true – it’s easier to consult recipes on the web, but have you ever been annoyed having to wash your hands, dirt of flour or butter every step, having to click ot tap on the recipe in question? Well here we have experienced it several times. Usually we prefer to write recipes from blogs, or refer to classic books or cooking magazines ...

In fin dei conti quello che vi ho presentato è un lavoro semplicissimo, ma, la cosa che lo contraddistingue è sempre quel profumo intenso di cacao che persiste ancora nella scatola e che ti fa proprio venir voglia di dolci...
Quel giorno la sorpresa piacque tanto e al suo ritorno la malinconia cedette al sorriso. Il ricettario fa ora la sua bella mostra sul mobile dove il mio chef di casa ha le sue riviste e i suoi libri di cucina, ormai inseparabili…
In the end, what I have presented is a simple work, but the thing that sets it apart is always that intense aroma of cocoa that persists in the box and that makes you just wanna sweets ...
That day he was so pleased with the surprise and on his return melancholy was changed in smile. The recipe holder now makes its display on the cabinet where my “house chef” has his magazines and his cookbooks, now inseparable ... 


*Vorrei specificare che normalmente questa marca di cacao viene acquistata quando sugli scaffali è esaurita quella del cacao bio-equo-solidale, la cui confezione però ha diversi problemi di smaltimento... insomma non ci sono le mezze misure! :( 
* I would like to specify that this brand of cocoa is normally purchased when on the shelf we cannot find of organic fair-trade cocoa, the packaging of which, however, has several problems of disposal ... In short, there are no half measures! 

12 commenti:

sooz ha detto...

I like your recipe box Danda :) I like to write my recipes down too, otherwise I get ingredients on my laptop!

Danda ha detto...

Thank you so much Sooz, glad you like my scented box. If you didn't notice, on the background of photos there is a metal box with some cooking magazines that are very popular in UK. I like the graphics used in those magazines so much that in a certain way they inspired me... :-)

Lo ha detto...

è un lavoro preciso e di grande effetto....davvero bellissimo...complimenti per la creatività :D

Danda ha detto...

Grazie Lo, sei sempre troppo buona con me! In effetti la precisione è una mia dote particolare, anche se, purtroppo a volte non aiuta... :)

Francesca ha detto...

Ma che bello il tuo blog. Mi sono unita ai tuoi sostenitori così ti avrò sempre a portata di clock. Se ti va fallo anche tu. Ciao. Francesca.

Danda ha detto...

Ma grazieee Francesca, benvenuta sul mio blog! Sono contenta che dopo tanti anni continui a riscuotere un po' di consensi!!! Vedrai, io non sono così brava come te in cucina (ho appena sbirciato il tuo blog - yumm), anzi, sono una vera pasticciona, però ho la mia metà che mi compensa, altrimenti che metà è? ;D
Buona lettura e ci vediamo sul tuo blog!!!

Pollon72 ha detto...

Che idea carina un porta ricette profumato :-)

katia ha detto...

ma che bella che è la tua scatola rivisitata!! poi io ho notoriamente un debole per i cupcakes:)

Danda ha detto...

Ciao Claudia, sono contenta che questo lavoretto ti piaccia! Prova a guardare in dispensa, vedrai quanti contenitori potrai trovare, che mantenendo il profumo del loro contenuto a fine utilizzo ne possono ispirare uno nuovo... Intanto, occhio ai prossimi post... ancora idee in arrivo!!!

Danda ha detto...

Ciao Katia! Eheheh ci avrei scommesso, diciamo che un po' la mania me l'hai trasmessa anche tu, anche se io non sono brava a farli (non ho mai provato) però mi piace tanto guardarli e... mangiarli! ;)
Grazie per il tuo commento! xxx

Eva ha detto...

Ciao Danda, che bell'idea, non ci avevo mica mai pensato, e dato che anche io ho in casa un consumatore accanito di cacao, penso che prenderò l'ispirazione da questo tuo post, e magari cercando troverò molte altri contenitori "profumati" da riutilizzare. ;-)

Danda ha detto...

Ciao Eva,
Sono felice di conoscerti! Grazie per il tuo commento, vedrai, sarà divertente trovare un utilizzo a questi contenitori. Il mio "consumatore" ogni tanto cambia la marca e io mi devo inventare sempre qualcosa per riutilizzare i contenitori di cacao, che, ahimé, non sono riciclabili. Infatti ho già diverse altre idee in mente che, avendo il tempo, proverò a realizzare! Quindi, stay tuned!
p.s.: con la vita che faccio mi sa che verrò a leggere spesso sul tuo blog, una bella scoperta! :)