mercoledì 4 aprile 2012

Avviso ai lettori / Note to readers


Questo blog è ancora attivo. Ho ancora tante cose da dirvi! Per cui se avete pazienza, ogni tanto ci sarò. Vi consiglio di iscrivervi al mio feed, in modo da restare aggiornati ogni qual volta avrò la possibilità di raccontarvi qualcosa di nuovo.
This blog is still active. I still have many things to tell you! So if you have patience, sometimes I’ll be there. I recommend you to subscribe to my feed, in order to stay updated whenever I get the chance to tell you something new.

Detto questo, vi racconto in breve ciò che mi sta succedendo per darvene un’idea, senza avere la pretesa di giustificare la mia ultima lunga assenza. 
That said, I will tell you briefly something about me to give you an idea, without pretending to justify my last long absence.

Sono arrivata nuovamente ad un “binario morto” per quanto riguarda il lavoro.
Si chiude un altro capitolo e si ricomincia con la trafila dell’invio curricula e aggiornamento di tutto ciò che mi servirà per cominciare nuove esperienze. Intendo anche rimettermi a studiare sulle nuove tecnologie utili al mio lavoro. Bisogna sempre essere aggiornati per essere competitivi nel mio settore! Quindi niente pause!
E anche se il vento soffia contro e tutti dicono che il lavoro non c’è, io continuo ad avere fiducia in me stessa, ad essere lungimirante e positiva. Non ho nulla da perdere!
Potrei anche studiare un piano B per la sopravvivenza. Starete a vedere. Io intanto non mi perdo d’animo!
I came back to a "dead end" for the job.
It closes another chapter and I must start sending curricula and making the update of all that I will need to begin new experiences. I also intend to get back to learn about new technologies useful for working. You should always be updated to be competitive in my job! So, no breaks!
And even if the wind blows against and all say that jobs are lacking, I continue to trust in myself, to be forward looking and positive. I have nothing to lose!
I might even consider a plan B for survival. You'll be seeing. Meanwhile, I did not lose heart!

Il mese scorso è volato via in fretta. Per almeno tre giorni alla settimana sono stata impegnata con le due solite attività di volontariato di sempre più una nuova.
Quindi la mia agenda virtuale (sul mio vecchio e fidato cellulare che inizia a perdere colpi) si è infittita di appuntamenti!
Riunioni su riunioni, sia per discutere delle cose ordinarie che degli eventi in calendario. 
The last month has flown by quickly. For at least three days a week I’ve been busy with the usual two volunteer tasks and one more new.
So my virtual agenda (on my old trusty phone that begins to falter) is full of appointments!
Meetings by meetings, to discuss the things that ordinary events as much as scheduled ones.

Così per Mani Tese abbiamo messo su il consueto “Ipermercatino dell'Usato” in piazza con la svendita di abbigliamento e accessori provenienti dal mercatino solidale. Un appuntamento di cui normalmente siamo sempre state entusiaste ma non questa volta. In una piazza frequentatissima di gente, di sabato mattina, abbiamo solo potuto contare sulla punta delle dita le persone interessate al banchetto. Un chiaro indice di crisi, ma anche di contraddizione e controtendenza rispetto al resto del mondo!
So for Mani Tese we put on the usual “Iper-Charity Second-Hand bench” in the square with the sale of clothing and accessories from the charity shop. An event which normally we have always been enthusiastic, but not this time. In a square crowded with people on a Saturday morning, we could only count on our fingers the people concerned at the bench. A clear sign of crisis, but also of contradiction and contrast with the rest of the world!

Altro tempo è stato dedicato alla preparazione degli eventi dell’associazione Ippocampo Viserba, come l’incontro con gli anziani del posto in un loro centro sociale e la prima uscita in piazza per i falò dedicati a San Giuseppe. Anche per il primo di questi incontri c’è stata un po’ di delusione vedendo gli anziani preferire di continuare le loro partite a carte piuttosto che riscoprire insieme a noi una cittadina piena di storie e curiosità. Ma che succede al mondo?
Poi fortunatamente l’evento successivo ci ha risollevato: al banchetto per la festa tradizionale della Focheraccia tanti sono stati i visitatori e i consensi per l'opera di recupero della memoria che stiamo facendo. 
More time was devoted to the preparation of the events of the association of  Ippocampo Viserba, such as meeting with the local elders in a social center and as the first exit into the main square for the bonfires dedicated to St. Joseph. Also for the first of these meetings there was a bit of disappointment seeing the elderly prefer to continue their card games rather than discover with us a place full of stories and curiosities. But what happens in the world?
Then the next event fortunately raised us: the banquet for the traditional feast of Focheraccia called  many visitors acclaiming for the work of memory recovering we are doing.

Come terzo impegno della settimana, o meglio quello di mezzo, io e il mio compagno abbiamo continuato a frequentare il corso sui rifiuti organizzato dall’Università Aperta di Rimini. Ve ne avevo già accennato all’inizio ma vorrei parlarvene in un post a parte, perché merita. Ho imparato moltissime cose, grazie alla bravissima docente, e abbiamo chiarito tante perplessità, cosa che accade quasi sempre quando si parla di rifiuti.
As a third commitment of the week, or rather the middle, my partner and I continued to attend the class about waste treatment, organized by the Open University of Rimini. I mentioned it at the beginning but I would tell you about it in a separate post, because it deserves. I learned so many things, thanks to very good teacher, and we have clarified many doubts, which happens almost always when it comes to waste.

Fra le tante cose, è uscito anche un trafiletto che parla del mio blog su questa rivista. Un articolo che parla del mondo di noi blogger in quel del riminese. Per fortuna non c’è il mio brutto faccione, ma sono stata molto contenta di essere stata ospitata da Rimini InMagazine ancora una volta! Spero di non aver deluso con la mia assenza i miei nuovi lettori approdati qui da quelle pagine.
Among the many things, a short article that talks about my blog in this magazine was edited. It is an article that talks about the world of us bloggers in the area of Rimini. Luckily there was not my ugly big face, but I was very pleased to be hosted by Rimini InMagazine again! I hope I have not disappointed with my absence my new readers arrived here from those pages.


E spero di non far aspettare tutti ancora molto, prima di poter parlare delle tante cose che frullano nella mia testa. Per ora, quindi, ho riaperto il sipario con questo prologo e non mancherò di tenervi compagnia per i prossimi giorni! ;)
A presto!
And I hope not to wait much longer, before I can speak of many things that whirl in my head. For now, I re-opened the curtains with this prologue and I will keep you company for the next day! ;)
See you soon!

4 commenti:

Cristella ha detto...

E' bello ri-leggerti e sentire che comunque (nonostante la fase di "relax" lavorativo) sei agguerrita e attiva sui fronti che più ti piacciono. E, soprattutto, è bella la tua positività. A presto ;)

Danda ha detto...

Grazie Cri! Sono sempre graditi i tuoi commenti qui, sei una persona fantastica e la positività che ho in questo momento, spesso deriva da altre persone come te!
Ops... ho dimenticato di dire che in quell'articolo di Rimini InMagazine ci sei anche tu! La migliore fra i blogger di Rimini!!! ;D

luby ha detto...

Io ci sono sempre ad attendere i tuoi post :)
Fai cio' che devi tesoro, quando sara' il momento tornerai ;)
Un bacio e buona Pasqua

Danda ha detto...

Luby, Buona Pasqua anche a te! Sapevo di poter contare sempre sul tuo supporto! Grazie! Un abbraccio! ;D